© Unipublic

Favoriti Vuelta a España 2019, Maglia Verde: sarà sfida tra velocisti e scalatori

Risulta tradizionalmente difficile pronosticare chi sarà ad aggiudicarsi la Maglia Verde della classifica a punti sul traguardo finale di Madrid. Infatti, a differenza del Giro d’Italia e del Tour de France dove sono i velocisti a contendersi questa classifica, questo è un avvenimento piuttosto raro alla Vuelta a España. Negli ultimi otto anni, il solo John Degenkolb è riuscito a imporsi tra gli sprinter. Complice un disegno del tracciato tutt’altro che favorevole alle ruote veloci, anche quest’anno l’ambita casacca verde potrebbe finire sulle spalle di un uomo di classifica, come è spesso avvenuto nella storia recente della corsa. Quest’anno sarà al via il vincitore della maglia dello scorso anno Alejandro Valverde, che di diritto assume il ruolo di favorito anche per questa edizione.

Favoriti Maglia Verde Vuelta a España 2019

Se il Campione del Mondo non dovesse farcela a bissare il successo dell’anno scorso, è molto nutrito lo schieramento di corridori che vorranno prendere il suo posto. Nel caso dovesse toccare nuovamente a un velocista, il favorito d’obbligo è Sam Bennett (Bora-hansgrohe) che arriva a questa Vuelta in grande condizione, forte del tris di successi ottenuti al BinckBank Tour 2019. Altro corridore che potrebbe dargli filo da torcere negli arrivi allo sprint è Fernando Gaviria (UAE Team Emirates), che, però paga il suo scarso feeling con le corse di tre settimane, come dimostra anche il ritiro all’ultimo Giro d’Italia. Potrebbe dire la sua Edvald Boasson Hagen (Dimensio Data), dotato di un’ottimo spunto veloce e piuttosto resistente anche sugli strappi, ha caratteristiche che potrebbero adattarsi bene per curare questo tipo di classifica.

Se, invece, si segue la tradizione, allora occhio a tutti i principali uomini di classifica, con Primoz Roglic (Jumbo-Visma) che potrebbe bissare la doppietta ottenuta nel 2017 da Chris Froome. Tra gli altri che partono con ambizioni di classifica generale anche Rigoberto Uran (EF Education First), Miguel Angel Lopez (Astana), entrambi capaci di ottenere molti punti sugli arrivi in salita. Da non escludere, soprattutto se dovessero fare corsa di vertice, come da aspettative, gli altri due alfieri della Movistar Richard Carapaz e Nairo Quintana.

Potrebbero avere ottime possibilità di successo anche gli uomini da Classiche. In questo caso, allora, occhi puntati su Philippe Gilbert (Deceuninck-Quick Step) che, dopo la delusione della mancata convocazione per il Tour de France, è desideroso di lasciare il segno anche in terra spagnola. Anche il suo compagno di squadra Zdenek Stybar potrebbe andare a caccia di punti, soprattutto con le fughe da lontano. Dylan Teuns (Bahrein-Merida) non avrà compiti di gregariato e la composizione della sua squadra sembra particolarmente adatta a una corsa d’accacco.

Tra gli outsider segnaliamo Steven Kruijswijk (Jumbo-Visma), anche se è più un regolarista che uno scattista, Luis Leon Sanchez (Astana), lui sì dotato di ottimo spunto veloce e con la possibilità di inserirsi in azioni da lontano, sempre che i compiti di gragariato glielo consentano, e John Degenkolb (Trek-Segafredo), l’ultimo velocista che è riuscito ad aggiudicarsi questa maglia.

Borsino dei Favoriti

***** Alejandro Valverde

**** Primoz Roglic, Philippe Gilbert

*** Sam Bennett, Edvald Boasson Hagen, Dylan Teuns

** Miguel Angel Lopez, Rigoberto Uran, Nairo Quintana, Richard Carapaz

* Fernando Gaviria, Zdenek Stybar, Steven Kruijswijk, Luis Leon Sanchez, John Degenkolb

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.