© Sirotti

Vuelta a Espana 2018, Aru ambizioso: “Amo questa corsa, voglio puntare in alto”

Fabio Aru vuole correre da protagonista la Vuelta a España 2018. Il capitano della UAE Team Emirates parteciperà all’ultimo Grand Tour della stagione con l’obiettivo di riscattare un’annata finora sotto le aspettative. La partecipazione al Giro d’Italia 2018, su cui aveva concentrato la propria preparazione, non ha portato grosse soddisfazioni, con un ritiro nell’ultima settimana ed evidenti difficoltà in salita. Il sardo è tornato alle corse nel Giro di Vallonia 2018, per poi correre il Giro di Polonia 2018, che gli hanno permesso di mettere chilometri nelle gambe. Ora l’appuntamento in Spagna sarà fondamentale per dimostrare le sue qualità in salita e nelle corse da tre settimane.

Il 28enne ha confidato le proprie ambizioni e sensazioni a Sportfair.it: “Amo molto questa corsa, voglio puntare il più in alto possibile. In ogni caso resteranno numerose corse prima della fine della stagione, come i Campionati del Mondo e le classiche italiane, come il Giro di Lombardia. Ho superato il mio fallimento al Giro, è alle mie spalle. Bisogna andare avanti e guardare al futuro”.

Fabio Aru ha un rapporto speciale con la Vuelta a España, vinta nel 2015. Quel successo di fatto lo ha proiettato nel mondo dei grandi del ciclismo, per quanto i suoi risultati al Giro d’Italia lo avessero già messo in mostra tra i maggiori talenti. La sua battaglia con Tom Dumoulin aveva infiammato gli animi dei tifosi, portando all’Italia un’altra annata esaltante dopo il 2014 di Nibali. Quest’anno l’olandese non sarà tra gli avversari, per quanto la startlist presenti nomi di primissimo livello. L’ex campione nazionale ha però tutte le carte in regole per farsi valere in Spagna, contando anche sulla maggiore freschezza rispetto a chi ha corso il Tour de France.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.