Giro di Ungheria 2018, bis di Holler – Secondo Moschetti, Belletti vince la generale

Nikodemus Holler (Bike Aid) si conferma corridore di furbizia e, dopo la stoccata di ieri, si aggiudica anche l’ultima tappa del Giro di Ungheria 2018. Il corridore tedesco sfrutta una caduta nell’ultima curva, a 300 metri dall’arrivo, per prendere un gap che gli basta per vincere la tappa. Niente da fare per Matteo Moschetti (Polartec-Kometa), che non riesce nella rimonta e chiude secondo.Terzo Kamil Malecki (CCC Sprandi), che grazie agli abbuoni chiude secondo in generale. Manuel Belletti (Androni-Sidermec) non corre rischi nella volata finale e si porta a casa la classifica generale. Ancora tanta Italia nei primi dieci di tappa, con Luca Mozzato (Dimension Data for Qhubeka) quarto, e il trio della Sangemini-Mg.K.Vis con Attilio Viviani, Matteo Draperi e Michele Scartezzini, rispettivamente quinto, sesto e settimo. In generale invece Paolo Totò (Sangemini-Mg.K.Vis) chiude terzo, Matteo Sperafico e Fausto Masnada (Androni-Sidermec) nono e decimo.

Il momento di maggiore interesse durante la prima fase della tappa è la battaglia sull’ultimo GPM della corsa, in cui Patryk Stosz (CCC Sprandi Polkowice) certifica la sua vittoria nella classifica riservata agli scalatori, aggiudicandosi entrambi i GPM. A 30 chilometri dall’arrivo, però, il gruppo è già compatto, così Stefano Oldani (Polartec-Kometa), che in questi giorni si è fatto apprezzare come spalla di Matteo Moschetti, prova a smuovere le acque con un azzardato attacco in solitaria.

Il tentativo dell’italiano però dura pochi chilometri, così ai meno venti si muovono in cinque con l’intento di evitare la volata: Tom Vermeer (Team Differdange), Charles Planet (Novo Nordisk), Samuele Oliveto (Kobanya), Maximilian Kuen (MyBike-Stevens) e Daniel Crista (Romania), dei quali Kuen è il più vicino in generale, 14esimo a 1’44” da Belletti. Questi uomini riescono a guadagnare circa 30 secondi, ma l’Androni-Sidermec e la CCC Sprandi li tengono a vista, dando l’impressione di poter chiudere quando vogliono. Ai meno quattro Planet e Kuen si sbarazzano dei loro compagni d’avventura e cercano un disperato tentativo di resistere al ritorno del gruppo, ma ai -2.5 chilometri devono arrendersi a loro volta.

Nella volata finale Belletti preferisce non prendere rischi e perde diverse posizioni in gruppo, mentre Moschetti viene leggermente rallentato da una caduta nell’ultima curva, dalla quale esce ancora una volta un astuto Holler che guadagna quei venti metri che nessuno riesce più a ricucire. Moschetti prova a recupera ma deve desistere, con Malecki che chiude terzo.

Ordine d’arrivo Quinta tappa Giro di Ungheria 2018

Classifica Generale

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.