Tour de France 2018, Craddock ha raccolto oltre 200 mila euro grazie alla sua tenacia

Applausi su tutti i fronti per Lawson Craddock al Tour de France 2018. Caduto malamente in occasione della prima tappa, il corridore della EF – Drapac continua la sua Grande Boucle nonostante una frattura alla scapola, che lo costringe a staccarsi praticamente ogni giorno tra i primi. Inizialmente in dubbio se continuare, ha rapidamente spazzato via l’ipotesi promettendo di donare 100 dollari per ogni tappa conclusa alla Greater Houston Cycling Foundation, più precisamente al Velodromo di Alkek, dove la sua passione per la bici è nata, che è stato colpito a fine 2017 dall’uragano Harvey. Una decisione lodevole, che gli dà ulteriori motivazioni, ponendosi come esempio sportivo e umano.

Nel contempo, assieme all’aiuto dei familiari, ha organizzato una raccolta fondi che sta diventando virale, portando risultati inaspettati. In tre giorni sono stati infatti raccolti sinora 45.926 dollari contro i 21.000 che erano stati pianificati come obiettivo. Sono ben 646 le persone che hanno donato sinora, alcune rilanciando lo stesso concetto ideato dal corridore, tanto che nei giorni scorsi sono arrivati messaggi che promettono sino a 2100 dollari a tappa che lo statunitense riuscirà a portare a termine.

Spesso in coda al gruppo, Craddock ha dunque sempre più stimoli per continuare la sua corsa. Già in difficoltà nelle tappe pianeggianti, ieri è riuscito ancora a stringere i denti concludendo la tappa in 170ª e ultima posizione, nel gruppetto dei velocisti in cui figuravano anche Mark Cavendish (Dimension Data) e Marcel Kittel (Katusha-Alpecin). Oggi, tra Brest e il Mur de Bretagne una frazione ancor più difficile e più corta, ma Craddock ormai pensa ben oltre il risultato sportivo ed è ben motivato per stringere i denti il più possibile. Di mettere il piede a terra non se ne parla, l’obiettivo è rientrare nel tempo massimo.

AGGIORNAMENTO 19 LUGLIO: Lawson Craddock continua la sua corsa, riuscendo a superare le prime due tappe alpine, concluse e sempre entro il tempo massimo consentito. Malgrado il dolore lo statunitense prosegue e stringe i denti, continuando così anche la sua raccolta fondi che ormai, dopo dodici tappe, vede donazioni per un totale superiore ai 100 mila euro.

AGGIORNAMENTO 30 LUGLIO: Lawson Craddock è riuscito dove inizialmente nessuno pensava, probabilmente neanche lui stesso. Il corridore della EF-Drapac ha portato a termine il Tour de France 2018, continuando così a raccogliere fondi fino alla conclusione della corsa. Al termine delle 21 tappe in programma il corridore statunitense ha dunque raccolto un totale di (al momento della pubblicazione) 224.381 dollari con quasi tremila persone che hanno effettuato una donazione per la sua iniziativa.

Per chi volesse sostenere l’iniziativa, la causa e la tenacia di Lawson Craddock in questo Tour de France 2018 potrete trovare qui la sua raccolta fondi.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

2 commenti

  1. Aggiornamento: Lawson Craddock non è del team Trek – Segafredo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.