Presentazione Percorso e Favoriti Giro dell’Appennino 2019

Tutto pronto per il Giro dell’Appennino 2019. La semiclassica italiana andrà in scena domenica 28 aprile e sarà caratterizzata dal ricordo della tragedia del crollo del Ponte Morandi di Genova. Nata nel 1934, la corsa organizzata dall’Unione Sportiva Pontedecimo è stata inizialmente riservata ai dilettanti per poi aprire le porte ai professionisti dal 1939. Sede storica d’arrivo è Pontedecimo, ma ci sono stati alcuni cambiamenti, con l’arrivo dal 2016 posto a Chiavari, ma anche in precedenza altre edizioni si erano concluse a Genova, come quest’anno e l’anno scorso, con l’arrivo posto in Via XX Settembre.

Tanti sono le firme di prestigio su questa corsa, da Fausto Coppi a Vincenzo Nibali, passando per Felice Gimondi, Giovanni Battaglin, Gianbattista Baronchelli (plurivincitore con 6 successi consecutivi), Gianni Bugno, Moreno Argentin, Gilberto Simoni e Damiano Cunego. Vincitore lo scorso anno fu Giulio Ciccone, che si aggiudicò una volata ristretta davanti ad Amaro Antunes e Fausto Masnada.

ORARIO DI PARTENZA: 11:00

ORARIO DI ARRIVO PREVISTO: 15:47 – 16:15

HASHTAG UFFICIALE: #GiroAppennino

Albo d’oro recente Giro dell’Appennino

2018 CICCONE Giulio
2017 CELANO Danilo
2016 FIRSANOV Sergey
2015 FRAILE Omar
2014 COLBRELLI Sonny
2013 MUCELLI Davide
2012 FELLINE Fabio
2012 FELLINE Fabio
2011 CUNEGO Damiano
2010 KISERLOVSKI Robert
2009 NIBALI Vincenzo
2008 BERTOLINI Alessandro
2007 BERTOLINI Alessandro
2006 NOCENTINI Rinaldo

Percorso Giro dell’Appennino 2019

Novi Ligure > Genoa (198,7 chilometri)

Nell’edizione dedicata al crollo del Ponte Morandi di Genova sono state introdotte alcune novità, per un’altimetria più dolce e con meno chilometri in salita rispetto all’anno passato. Il ritrovo sarà sempre al Serravalle Designer Outlet di Novi Ligure, con la partenza ufficiale allo stabilimento Elah-Dufour, per arrivare poi in via XX settembre a Genova, teatro della battaglia finale.

Dopo il via e il passaggio da Tortona infatti il plotone si dirigerà verso Costa Vescovato, da cui verrà affrontata l’asperità verso Castellania (3,8 km al 4,3%). Il successivo tratto di discesa porterà fino a Villavernia, per poi recarsi a Carrosio, Voltaggio e al Passo della Castagnola (3,6 km al 6,1%), l’anno scorso prima salita della competizione. Il transito a Crocetta d’Orero e il primo passaggio da Genova avvicinerà i ciclisti al Passo della Bocchetta (8,2 km al 7,8%), dove gli scalatori dovranno per forza di cose indurire la corsa, seguito in rapida successione dalla salita di Fraconalto (5,4 km al 6,8%). Il punto chiave della corsa sarà ancora il Passo dei Giovi (2 km al 4,8%), che rimane l’ultima salita, con scollinamento a 34,3 km dal traguardo. A quel punto si tornerà verso il capoluogo di regione dove, dopo la lunga discesa, il tratto in pianura finale deciderà il vincitore.

Favoriti Giro dell’Appennino 2019

Clicca qui per la startlist

La corsa è aperta a svariate interpretazioni. Se sul Passo della Bocchetta si deciderà di fare corsa dura, allora gli scalatori avranno buone possibilità di arrivare a giocarsi il successo finale, così come successo lo scorso anno. Quest’anno, pur leggermente alleggerita, ci sarà spazio per staccare gli uomini veloci e a questo proposito diventa logico pensare immediatamente a Fausto Masnada e Mattia Cattaneo (Androni-Sidermec). I due sono reduci da un Tour of the Alps corso ad altissimi livelli e sembrano essere gli indiziati numeri uno per infiammare la corsa tra la Bocchetta e Fraconalto. Essendo entrambi abbastanza fermi in volata, per loro sarà necessario riuscire a fare il vuoto. Mal che vada, per la squadra di Gianni Savio sarà importante poter contare su Francesco Gavazzi o Andrea Vendrame, entrambi molto rapidi e in grado di vincere volate ristrette, con ovviamente anche Matteo Montaguti pronto a dire la sua..

Cattaneo e Masnada saranno ben marcati da corridori come Simone Velasco (Neri Sottoli-Selle Italia-KTM) e Giovanni Carboni (Bardiani-CSF), che dovranno essere bravi a tenere d’occhio le tante frecce dell’Androni. Velasco spera di poter contare su un Giovanni Visconti ancora alle prese con qualche guaio fisico e un Dayer Quintana un po’ opaco al Tour of the Alps, con Edoardo Zardini che potrebbe dunque essere la miglior alternativa in caso di corsa dura. Per la Bardiani invece proseguirà il percorso di recupero per Manuel Senni, alla ricerca del giusto colpo di pedale in vista del Giro, mentre qualche segnale è atteso anche da Enrico Barbin, che potrebbe provare a reggere per arrivare in un gruppetto. Spera di arrivare a giocarsi la volata anche Marco Canola (Nippo-Vini Fantini-Faizanè), che dovrà stringere i denti in salita e sperare magari che i suoi compagni riescano a riportarlo sotto nel caso perda contatto. Nicola Bagioli e Alejandro Osorio saranno gli atleti chiamati a rispondere ad eventuali attacchi in salita, con il primo interessante pedina in caso di arrivo a ranghi ristretti. Velleità di far bene anche per l’Amore & Vita-Prodir, con Pierpaolo Ficara e Danilo Celano, unico campione del passato presente in gara, mentre Marco Tizza può permettersi di aspettare un’eventuale volata.

Abituati a movimentare le corse, non vorranno tirarsi indietro nemmeno Mikel Bizkarra e Mikel Iturria (Euskadi-Murias), che vista la concorrenza non irresistibile potrebbero provare ad andare a caccia di un risultato prestigioso. Lo stesso vale per Julen Amezqueta e Alex Aranburu (CajaRural-Seguros RGA), con i russi della Gazprom-Rusvelo che hanno in Ivan Rovny l’uomo più conosciuto di una selezione che potrebbe farsi notare. Avranno un buona occasione per provare ad ottenere un risultato importante i giovani italiani delle formazioni continental come Andrea Bagioli (Colpack), Simone Ravanelli (Biesse Carrera), Mattia Bais (CT Friuli), senza dimenticare la nazionale italiana che avrà in Samuele Battistella e Matteo Sobrero due corridori interessanti, anche se la convocazione dell’ultima ora di Mauro Finetto sembra portare alla decisione di una squadra sostanzialmente intorno al veronese.

Borsino dei Favoriti Giro dell’Appennino 2019

***** Fausto Masnada
**** Mattia Cattaneo, Simone Velasco
*** Nicola Bagioli, Giovanni Carboni, Andrea Vendrame
** Marco Canola, Mauro Finetto, Francesco Gavazzi, Edoardo Zardini
* Alex Aranburu, Danilo Celano, Alejandro Osorio, Marco Tizza, Giovanni Visconti

Meteo Previsto Giro dell’Appennino 2019

Soleggiato. Precipitazioni: 0%. Umidità: 37%. Vento: 16 km/h. Temperature: 14°-19°.

Altimetria e Planimetria Giro dell’Appennino 2019

Cronotabella Giro dell’Appennino 2019

Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming
Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.