Giro d’Italia 2020, Presentazione Percorso e Favoriti Quinta Tappa: Mileto – Camigliatello Silano (225 km)

Di nuovo protagonisti gli scalatori al Giro d’Italia 2020. Dopo il primo arrivo dedicato ai velocisti nell’ultima tappa siciliana, la corsa rosa sbarca sul continente con una frazione piuttosto mossa di 225 chilometri da Mileto a Camigliatello Silano. La giornata prevede tre GPM, di cui uno nel finale di prima categoria, che sarà scollinato quando all’arrivo mancheranno poco meno di 12 chilometri. Non è escluso che possa andare in porto anche un fuga, ma i picchi di pendenza del 18% offrono comunque un importante spunto per gli uomini di classifica che vorranno attaccare per guadagnare ulteriore terreno o recuperare quello perduto rispetto alla tappa dell’Etna.

Percorso Quinta Tappa Giro d’Italia 2020

Tappa più lunga affrontata sinora in questo Giro, il percorso presenterà un continuo saliscendi su strade molto articolate sin dalla partenza da Mileto, anche se comunque i primi 80 chilometri fino al traguardo volante di Catanzaro Lido saranno i più semplici. Passato questo punto, i corridori troveranno la prima vera ascesa di giornata, un GPM di terza categoria che porta sino a Catanzaro città (4 km al 4,7%) e, dopo una breve discesa, la salita di Tiriolo (10,6 km al 5,3%), anch’essa di terza categoria. Da questo momento in avanti, comunque, il tracciato proporà un incessante su e giù per i successivi 76 chilometri, fino ad arrivare al secondo sprint intermedio del giorno, a Cosenza.

Una volta transitati dal capoluogo della provincia omonima, si inizierà nuovamente a salire fino a raggiungere i 1618 metri del Valico di Montescuro. Il GPM, di prima categoria, misura 24,2 chilometri, con una pendenza media non troppo elevata, del 5,6%, che rimane costante per tutta l’ascesa tranne che per 1500 metri nel tratto centrale, dove le pendenze superano il 10%, raggiungendo punte del 18%. Sarà sicuramente questa salita il punto decisivo della tappa, anche se le fatiche non si concluderanno in vetta; infatti, dallo scollinamento mancheranno poco meno di 12 chilometri, con la discesa che si concluderà in vista dell’ultimo chilometro, e il traguardo di Camigliatello Silano che verrà raggiunto dopo una leggerissima ascesa.

ORARIO DI PARTENZA: 10:25
ORARIO DI ARRIVO (PREVISTO): 16:06-16:47
DIRETTA TV E STREAMING: 10:45-14:00 RaiSport+HD / 14:00-17:30 Rai2 / 12:25-16:30 Eurosport 2 / 12:25-16:50 Eurosport Player
HASHTAG UFFICIALE: #Giro103

Salite Quinta Tappa Giro d’Italia 2020

NOMECATQUOTAGPMINIZIOLUNGHDISL% MED% MAX
Catanzaro334591,987,941874,7%10%
Tiriolo3643111,3100,710,65585,3%11%
Valico di Montescuro11618213,4189,224,213665,6%18%

Favoriti Quinta Tappa Giro d’Italia 2020

Il profilo della tappa si presta a più soluzioni e non è facile individuare un favorito assoluto. Le possibilità che la fuga giunga al traguardo sono comunque molto alte, perciò sono tanti i nomi che si possono fare per indicare il possibile vincitore di domani. Uno di questi è quello di Valerio Conti (UAE Team Emirates) che, un anno fa, in una tappa dal profilo e dalla lunghezza simili, arrivò secondo cedendo la vittoria a Fausto Masnada, ma prendendosi in cambio la Maglia Rosa. Tuttavia, quando si parla di fughe non si può fare a meno di citare Thomas De Gendt (Lotto Soudal), già in avanscoperta nella seconda frazione due giorni fa, che potrebbe tentare di nuovo fortuna da lontano così come Giovanni Visconti (Vini Zabù-Brado-KTM), a cui la vittoria è sfuggita per poco ieri al termine di un lungo attacco.

A batterlo è stato Jonathan Caicedo, ma l’ecuadoriano è troppo vicino alla Maglia Rosa per replicare l’impresa domani, tuttavia potrebbe provarci un suo compagno di squadra; magari Tanel Kangert (EF Pro Cycling), buono scalatore che, se riuscisse a centrare la fuga, potrebbe poi tentare di staccare tutti gli altri sull’ultima salita. Sono tante le formazioni che, senza un capitano, possono individuare in questa frazione una giornata ideale per conquistare una vittoria; tra queste c’è la Movistar, dove Dario Cataldo può tentare di replicare quanto fatto un anno fa nella tappa che si concludeva a Como, con la squadra spagnola che potrà puntare anche su Davide Villella.

Altra formazione senza un uomo di classifica è la Ag2r La Mondiale, che dispone di Tony Gallopin e del giovane finlandese Jaakko Hanninen per movimentare un po’ la gara, mentre la CCC, che ha Ilnur Zakarin ancora nelle parti alte della graduatoria, potrebbe fare affidamento su Victor de la Parte e sull’ungherese Attila Valter. Distante dalle posizioni di vertice è già Mark Padun (Bahrain-McLaren), lontano parente di quello visto la scorsa estate all’Adriatica Ionica Race, che potrebbe però vedere nella tappa di domani una buona occasione per rilanciarsi. Fausto Masnada (Deceuninck-Quickstep), invece, è compagno di squadra della Maglia Rosa Joao Almeida ed è ancora piuttosto vicino in classifica generale, tuttavia non è escluso che possa provarci da lontano e godere di una certa libertà, venendo considerato poco pericoloso sul lungo termine.

Non bisogna comunque sottovalutare la possibilità che siano i big della generale a giocarsi la vittoria; in tal caso, i più pimpanti l’altro giorno sull’Etna sono sembrati Wilco Kelderman (Sunweb), Vincenzo Nibali (Trek-Segafredo) e Jakob Fuglsang (Astana), ma non è da escludere una ripresa di Simon Yates (Mitchelton-Scott) che, se fosse in buona forma, potrebbe trovare terreno favorevole per recuperare un po’ del tempo perso in classifica. Meno reattivi sono stati invece Steven Kruijswijk (Jumbo-Visma) e Rafal Majka (Bora-hangrohe) che, quando la strada sale, sono comunque da tenere in considerazione. Il polacco, inoltre, ha in squadra l’ottimo Matteo Fabbro che, se gli fosse concessa una giornata di libertà, potrebbe dire la sua su un traguardo del genere.

I nomi che si possono fare sono tanti, tuttavia nel mucchio si possono citare quelli di Domenico Pozzovivo (NTT Pro Cycling), Pello Bilbao (Bahrain-McLaren), Patrick Konrad (Bora-hangrohe), Jonathan Castroviejo e Tao Geoghegan Hart (Ineos Greandiers), Sam Oomen (Sunweb), Carl Fredrik Hagen (Lotto Soudal), Lawson Craddock (EF Pro Cycling), Joe Dombrowski (UAE Team Emirates), Jefferson Cepeda (Androni-Sidermec), Giovanni Carboni (Bardiani-CSF-Faizané), Nicolas Edet (Cofidis) e Daniel Navarro (Israel Start-Up Nation)

Borsino dei Favoriti Quinta Tappa Giro d’Italia 2020

***** Valerio Conti
**** Thomas De Gendt, Giovanni Visconti
*** Tanel Kangert, Dario Cataldo, Matteo Fabbro
** Vincenzo Nibali, Wilco Kelderman, Jakob Fuglsang, Fausto Masnada
* Rafal Majka, Simon Yates, Steven Kruijswijk, Pello Bilbao, Tao Geoghegan Hart

I ciclisti più popolari su Zweeler Quinta Tappa Giro d’Italia 2020

Per avere dei parametri su cui basare le vostre scelte per il fantaciclismo o per altri giochi, vi proponiamo uno schema con i corridori selezionati dalla maggior parte degli utenti iscritti a Zweeler per il Giro d’Italia 2020. Chi tra i nostri favoriti ha goduto di una maggiore fiducia dagli appassionati? Da qualche outsider si attende un risultato a sorpresa? Tra i corridori che non abbiamo accreditato del ruolo dei favoriti, qualcuno ha invece suscitato l’interesse degli appassionati? Potete anche provare a sfidare le centinaia di partecipanti da tutto il mondo che partecipano al popolare gioco.

1Fausto Masnada (77%)
2Steven Kruijswijk (66%)
3Vincenzo Nibali (60%)
4Jakob Fuglsang (59%)
5Simon Yates (55%)
6Gianluca Brambilla (55%)
7Tanel Kangert (52%)
8James Knox (51%)
9Domenico Pozzovivo (48%)
10Giovanni Carboni (47%)
11Hermann Pernsteiner (45%)
12Thomas De Gendt (43%)
13Diego Ulissi (43%)
14Wilco Kelderman (41%)
15Jonathan Caicedo (40%)

Il gioco costa 5,00 € a squadra e inizierà con un ammontare garantito di 720 € in premi (15 premi previsti). Il 1° premio è di 118,53€.

Meteo Previsto Quinta Tappa Giro d’Italia 2020

Rovesci. Precipitazioni: 60%. Umidità relativa: 94%. Vento fino a 18 km/h in direzione NE. Temperatura prevista: minima 7°C, massima 11°C.

Maggiori insidie Quinta Tappa Giro d’Italia 2020

Tutta la tappa è un insidia, infatti non ci sarà nemmeno un metro di pianura nei 225 chilometri affrontati. Tuttavia, l’ostacolo principale sarà sicuramente rappresentato dalla salita di Valico di Montescuro, 24,2 chilometri al 5,6% di pendenza media, che nella parte centrale arriva a superare il 10% e punte del 18%. In caso di brutto tempo, poi, i corridori dovranno prestare attenzione anche ai tratti in discesa, che potrebbero diventare pericolosi qualora l’asfalto risulti o troppo nuovo o troppo rovinato.

Altimetria e Planimetria Quinta Tappa Giro d’Italia 2020

Cronotabella Quinta Tappa Giro d’Italia 2020

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.