Giro d’Italia 2020, João Almeida: “Il mio obiettivo iniziale era la top10, spero un giorno di indossare nuovamente la Maglia Rosa”

© LaPresse

João Almeida è stato una delle più grandi sorprese di questo Giro d’Italia 2020. Il corridore della Deceuninck – QuickStep ha concluso il suo primo Grande Giro della carriera al quarto posto finale dopo indossato per ben 15 giorni consecutivi la Maglia Rosa. Il giovane portoghese ha conquistato il simbolo del primato al termine della terza frazione con l’arrivo in cima all’Etna e l’ha tenuto fino all’arrivo dei Laghi di Cancano. Un gran risultato per un corridore al suo primo anno tra i professionisti che continuerà a far parlare di sè anche nelle prossime stagioni.

“Non riesco a esprimere a parole quanto sono felice, è incredibile, una cosa che non avrei mai sognato. Il mio obiettivo tre settimane fa era arrivare tra i primi 10, quindi essere quarto nella classifica generale di questa bellissima gara è semplicemente strabiliante! Questo non sarebbe stato possibile senza l’aiuto dei miei compagni di squadra e dello staff della Deceuninck – Quick-Step, che hanno dimostrato in ogni momento il fantastico spirito Wolfpack e al quale sono molto grato – le parole di un entusiasta Almeida – Ho scoperto molte cose su di me qui, sono cresciuto da un punto di vista mentale e ho dato tutto ogni volta. Lascio questa dura gara con tanti bei ricordi, il migliore dei quali è stato il giorno in cui ho conquistato la maglia rosa sull’Etna. Sono ancora giovane e vedrò cosa mi riserverà il futuro, ma quello che posso dire ora è che un giorno spero di indossare di nuovo questa maglia iconica“.

Altre Notizie

Questo sito fa uso di cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione e proporre prodotti in base agli utenti.

Info