© Nippo - Fantini - Faizanè

Giro d’Italia 2019, la Nippo annuncia la selezione: confermata l’assenza di Moreno Moser

Scelta la Nippo – Fantini – Faizanè per il Giro d’Italia 2019. Non una decisione facile per la formazione professional di Francesco Pelosi che torna così alla Corsa Rosa dopo delle pesanti esclusioni. Privata di un Moreno Moser ancora alle prese con problemi fisici, che sarebbe dovuto essere uno dei cardini del team, la compagine italo-giapponese si presenta con una selezione incentrata sui successi parziali. Un mix di esperienza e gioventù quello che compone gli otto #orangeblue che prenderanno il via da Bologna con grandi motivazioni e la voglia di farsi vedere. A sottolineare inoltre la forte componente nipponica la presenza di due corridori del Sol Levante, una prima assoluta che vuole confermare la crescita di un movimento che l’anno prossimo spera di brillare ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020.

L’uomo di riferimento sarà Marco Canola, già vincitore di tappa nel 2014, che sarà supportato da una selezione in cui spicca Juan José Lobato, a sua volta pedina molto interessante per le frazioni miste. Saranno proprio queste il terreno di caccia preferito del team grazie anche alla presenza di un corridore versatile come Nicola Bagioli, designato per i tentativi dalla distanza. Per le salite presente invece l’ex campione nazionale Ivan Santaromita, che a sua volta proverà a centrare la fuga giusta, mentre per gli sprint puri a gettarsi nella mischia sarà l’esordiente Giovanni Lonardi. A completare la selezione Damiano Cima, Sho Hatsuyama e Hiroshi Nishimura.

“Ci aspetta la corsa più bella, importante e impegnativa della stagione – commenta il diesse Mario Manzoni – Avremmo voluto arrivarci con qualche infortunio in meno, ma questi saranno alle spalle dal primo minuto di corsa perchè vogliamo giocarci ogni giorno le nostre possibilità. Abbiamo una formazione perfettamente assortita per arrivi in tappe intermedie come Marco Canola e Juan Josè Lobato importante anche come uomo squadra. Per le tappe più dure uno scalatore esperto come Ivan Santaromita che potrà emergere nella terza settimana, un giovane già maturo come Nicola Bagioli potrà fare corsa d’attacco in alcune tappe studiate, così come il nipponico Sho Hatsuyama. Il nostro uomo per gli arrivi in volata sarà il giovane Giovanni Lonardi, già vincente tra i PRO, insieme a Damiano Cima fondamentale uomo squadra atteso in questo Giro alla sua definitiva prova di maturità. Hiroki Nishimura sarà uomo squadra importante, perché cercheremo di essere sempre protagonisti a nostro modo per tutti i numerosi tifosi italiani e giapponesi che ci seguono e sostengono”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.