Giro d’Italia 2019, annunciate le WildCard: fuori la Neri-Selle Italia!

Sono state annunciate quest’oggi le Wild Card per il Giro d’Italia 2019. Oltre alla Androni-Sidermec, che ne ha beneficiato d’ufficio per effetto della vittoria ottenuta nella classifica a squadre della Ciclismo Cup 2018, sono state invitate a partecipare alla Corsa Rosa, in programma dall’11 maggio al 2 giugno, anche Bardiani-CSFIsrael Cycling Academy e Nippo – Fantini – Faizanè, che torna così nella corsa più importante dopo due anni di assenza che sono pesati non poco sull’economia di una squadra che ha saputo comunque tenere la testa alta.

Se nelle scorse settimane era emersa la possibilità che Mauro Vegni e i suoi collaboratori optassero per quattro inviti a formazioni italiane, non avendo da onorare nessuna partenza dall’estero e in prospettiva di una riforma che dal prossimo anno potrebbe penalizzare ulteriormente le squadre locali, era apparso chiaro da subito che le candidature di due tra le migliori professional in circolazione potessero rappresentare un ostacolo molto difficile da superare. Alla fine, come lo scorso anno, è stata la formazione israeliana a trovare gli argomenti giusti, ottenendo così la sua seconda partecipazione consecutiva.

Tra le italiane grande delusione dunque per la Neri – Selle Italia – KTM, così come non è riuscita ad ottenere l’invito auspicato la Direct Energie, che sembrava invece molto vicina ad una partecipazione che manca dal 2014. La formazione di Angelo Citracca e Luca Scinto dovrà dunque provare a consolarsi con la partecipazione a Strade Bianche, Tirreno – Adriatico e Milano – Sanremo, essendo stata l’unica ad essere stata invitata a tutte e tre le prove primaverili di RCS Sport. I francesi sono stati invece selezionati soltanto per la Classicissima di Primavera, nella quale provare a farsi rimpiangere.


• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *