B&B Hotels-KTM, Jordi Warlop: “È un disastro, speriamo di poter continuare la carriera”

Tra le prime vittime della chiusura della B&B Hotels-KTM ci sono ovviamente gli atleti. Sono circa una ventina i corridori che, con il fallimento del progetto della formazione transalpina, rimarranno senza una squadra, ma ad essi si aggiungono anche tutti coloro (sia uomini che donne) che avevano firmato un preaccordo negli scorsi mesi e che ora si trovano con niente in mano, come Mark Cavendish, Cees Bol e Audrey Cordon-Ragot. A dicembre inoltrato e con buona parte degli organici dei vari team WorldTour e Professional già completi, la situazione è quindi molto complicata, e diversi corridori temono di non poter trovare un contratto per la prossima stagione.

Questo è un disastro – ha dichiarato il belga Jordi Warlop, approdato in B&B a inizio 2022, a Sporza – Si tratta della nostra carriera, le corse sono il nostro reddito”. Da questo momento, per il 26enne e per gli altri corridori del team inizia la ricerca di una squadra per il 2023, impresa che appare disperata: “Ci rendiamo conto che sarà un lavoro molto difficile. Mancano tre settimane al nuovo anno e le squadre sono già partite per i ritiri invernali. Speriamo di poter continuare la nostra carriera“.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Rispondi

Back to top button