© Nippo - Fantini - Faizanè

Nippo-Fantini-Faizanè, Moreno Moser annuncia il ritiro: “Preferisco smettere senza trascinarmi inutilmente”

Moreno Moser appende la bici al chiodo. A soli 28 anni l’ormai ex corridore della Nippo – Fantini – Faizanè annuncia quello che ormai sembrava quasi inevitabile dopo un susseguirsi di stagioni deludenti, nelle quali non sono bastati guizzi come il successo al Trofeo Laigueglia per risollevarsi, nel fisico e soprattutto nel morale. Professionista dal 2012, anno d’esordio bagnato con un trionfo alla prima corsa, ha corso con la Liquigas – Cannondale fino al 2016, per passare due stagioni senza riuscire a brillare alla Astana, mentre solo quest’anno era arrivato il trasferimento alla formazione professional italo-giapponese alla ricerca di un rilancio che non è arrivato.

Non riesco più a tenere i picchi di forma per le performance che mi competono – ha spiegato Moreno – Sono sempre stato un vincente, i miei momenti down sono diventati sempre più lunghi in questi ultimi anni e non sono riconducibili ad alcun deficit fisico particolare, dopo tante analisi e test ne siamo certi. Non ho malattie o virus, semplicemente sono fatto così. Non riuscendo più ad avere momenti top di qualità duraturi e visti i momenti down sempre più lunghi, preferisco smettere senza trascinarmi inutilmente e per correttezza verso tutti. Non posso che ringraziare la squadra per come mi ha accolto e la fiducia che mi ha riservato, ho trovato un ambiente eccezionale e di grandissima professionalità, sarebbe stata una bella vittoria per entrambi ma non è andata, dunque sono pronto a dire basta”.

I test a cui si è sottoposto dunque in queste ultime settimane per cercare di comprendere la situazione sono dunque stati solamente una conferma. “Moreno ha questa caratteristica da sempre – spiega il preparatore Maurizio Mazzoleni – E non è un fatto legato a difetti o malattie fisiche (l’unica conclamata è la mononucleosi nella stagione 2017) , è proprio una sua caratteristica fisica come dimostrano i dati”.

Delusione ovviamente anche per la formazione Professional, con il commento del General Manager Francesco Pelosi: “Inutile sottolineare che è un grande rammarico vedere un atleta di valore come Moreno smettere. Spesso atleti di questo calibro riescono a ritrovarsi ripartendo da team più piccoli ma ugualmente strutturati, con un calendario alternativo e motivazioni diverse. Sapevamo che sarebbe stata una sfida e ce la siamo giocata tutti fino in fondo. Arrivati a questo ennesimo down di condizione dopo un inverno stellare come dimostrano i dati della preparazione (saranno pubblicati integralmente sul sito del team), non potevamo che accettare la decisione di Moreno, decisione condivisa e da persona matura. Abbiamo comunque un team solido fondato su pilastri pronti a fare bene, anche per questo Moreno ha potuto lavorare in totale serenità e senza stress in questo 2019”

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.