Israel-PremierTech, allungati i contratti di Guy Sagiv e Omer Goldstein

Due rinnovi di contratto in casa Israel – Premier Tech in vista del 2023. La formazione israelo-canadese, retrocessa dal livello World Tour a quello Professional, ma che ha comunque inoltrato domanda per accedere alla massima categoria, sta mettendo a posto alcuni tasselli di CicloMercato per la prossima annata. Alcuni arrivi sono già stati resi ufficiali, mentre sul piano delle conferme sono fresche le notizie che riguardano Guy Sagiv e Omer Goldstein.

Entrambi hanno infatti allungato il contratto che li lega alla squadra di “casa”. Sagiv, 27 anni, vera bandiera della Israel (è in questa formazione fin dalla sua fondazione), affronterà quindi la nona stagione in gruppo, mentre Goldstein, 26 anni, sarà alla sesta annata consecutiva con gli stessi colori. Per Sagiv si tratta di un “reintegro”, dato che il corridore era stato tagliato in estate per fare spazio a Dylan Teuns, ingaggiato a stagione in corso dalla Bahrain Victorious.

Goldstein, campione nazionale a cronometro in carica dal 2021, è quello più ambizioso dei due: “Ho bisogno di vincere. Ho iniziato a fare grandi progressi nelle ultime stagioni, avvicinandomi sempre di più al successo (per lui si segnala, nel 2022, un terzo posto in una tappa alla Vuelta a Burgos); sono convinto di non aver espresso ancora il mio potenziale e sono determinato nel voler fare quel passo che ancora mi manca”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Rispondi

Back to top button