© ASO / Maheux

Deceuninck Quick-Step, Julian Alaphilippe: “Al Tour potrei anche non concentrarmi sulla classifica generale”

Julian Alaphilippe non vuole abbandonare le Classiche. Dopo l’exploiit dell’ultimo Tour de France, molti addetti ai lavori e non hanno cominciato a pronosticare per lui una transizione da corridore da Classiche a corridore da Grandi Giri. Il francese, però, dopo aver vinto in Francia il trofeo di “Campione tra i Campioni”, a margine della premiazione ha parlato con la stampa, prendendo in seria considerazione l’ipotesi di non fare classifica al Tour in una stagione in cui potrà puntare alle Olimpiadi. Restando sempre in argomento Classiche, poi, il vincitore dell’ultima Milano-Sanremo correrà per la prima volta in carriera anche il Giro delle Fiandre nel 2020.

“Mi fisso più obiettivi per il 2020 – ha dichiarato – Le Monumento restano un po’ come il sacro Graal. Ho già chiuso al secondo posto il Lombardia e la Liegi, che sono due Monumento, dunque delle corse che mi piacerebbe inserire nel palmarès in un futuro prossimo. Per quanto riguarda il Tour è un po’ difficile metterlo davvero nel mirino, non è detto che mi concentrerà sulla generale perché avrò molti obiettivi prima del Tour. E poi ci sono i Giochi Olimpici, che sono particolarmente adatti a me e che vengono subito dopo. È un po’ difficile essere dappertutto, bisognerà gestire davvero bene il picco di forma”.

Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming
Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.