© Sirotti

Coronavirus, Patrick Lefevere: “C’è il sospetto che ci siano alcuni casi in gruppo. Alcune squadre fanno il doppio gioco”

Il coronavirus potrebbe già essere in gruppo. A rivelarlo è stato Patrick Lefevere in un’intervista rilasciata a DHNet. Secondo il patron della Deceunick – QuickStep, alcune squadre avrebbero già dei corridori positivi al virus, ma non l’avrebbero detto per timore di eventuali quarantene. Affermazioni gravi, soprattutto se si pensa che lo squadrone belga, a differenza di altre squadre WorldTour, è regolarmente in gara alla Parigi – Nizza e sarebbe dunque esposta al rischio contagio. Il vulcanico dirigente, spesso senza peli sulla lingua, però, ha spiegato che già da due anni i suoi corridori prendono tutte le precauzioni necessarie.

“Sono già due anni che ci assicuriamo che tutti si disinfettino completamente le mani – ha il TM della corazzata WorldTour – Non per timore di un’epidemia, ma perché i ciclisti sono un po’ più fragili degli altri. Non posso esserne certo, ma radio gruppo parla di più casi di coronavirus. Sapete come funziona: i corridori si conoscono tutti e parlano tra di loro. Sospetto che alcune squadre abbiano facciano il doppio gioco e stiano lottando internamente contro l’epidemia. Ma mantengono il silenzio”.

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.