Classifiche UCI, le novità 2019: WorldTour addio, mentre nascono Classifica Triennale e Classifica Qualificante

Novità importanti per quanto riguarda le Classifiche UCI a partire dal 2019. Come previsto nell’introduzione della riforma che entrerà più pienamente in vigore nel 2020, dal prossimo anno è abolita, almeno per gli uomini, la Classifica WorldTour. La classifica a cui bisognerà fare fede sarà dunque l’UCI WorldRanking, il cui funzionamento resterà lo stesso, ovvero con un ricalcolo settimanale basato sui risultati ottenuti nelle precedenti 52 settimane. Verrà così creata una classifica a squadre che si baserà sui risultati ottenuti dai dieci migliori corridori del team nella classifica individuale. In caso di trasferimento durante l’anno, valgono i punti ottenuti al momento in cui il corridore indossa una determinata maglia, che si sommano fra loro solo per la classifica individuale mentre ogni squadra potrà beneficiare solo dei punti ottenuti dal corridore nel rispettivo periodo di appartenenza. I punti di uno stagista andranno invece in ogni caso alla squadra di appartenenza iniziale.

Tra le modifiche nel sistema di punti, le Classiche Monumento ora varranno più delle corse a tappe di una settimana o delle altre classiche meno blasonate, mentre la Strade Bianche, unica fra le corse di nuova promozione, sale di livello per essere ora equiparata alle classiche WorldTour di terza fascia (assieme a Bretagne Classic, Clasica San Sebastian, Cyclassics Amburgo, E3 Harelbeke e Freccia Vallone). La staffetta mista iridata varrà invece meno di quanto valesse la cronosquadre, prova che sostituirà a partire dal prossimo mondiale.

Per quanto riguarda le Classifiche Continentali, anche queste sempre basate sui risultati delle ultime 52 settimane, i punti non saranno più assegnati in base a dove l’evento si svolge, ma secondo la nazionalità del corridore, che conseguentemente non potrà più apparire in più classifiche. Conteranno inoltre anche i risultati ottenuti nelle corse WorldTour. Il sistema di punti usato non sarà dunque più quello attualmente in vigore, sostituito da quello attualmente in uso per l’UCI WorldRanking. Per la classifica a squadre non sarà più il punteggio degli otto migliori, ma dei dieci migliori corridori a stabilire il punteggio totale.

Tra le novità l’introduzione di una Classifica Mondiale a Squadre Triennale, che dunque tiene conto dei punti nell’UCI WorldRanking ottenuti nell’anno in corso sommati ai punti al termine delle due stagioni precedenti. In caso di parità si conta il più alto numero di primi posti nelle classifiche nell’ultimo anno, per poi passare ai secondi posti in caso di ulteriore parità, e così via. Questa classifica, secondo le indicazioni che erano state date precedentemente nell’introdurre la riforma, dovrebbe portare ai criteri di promozione/retrocessione di categoria.

La Classifica Qualificante, che in futuro dovrebbe permettere di accedere di diritto alle corse WorldTour, viene invece stabilita solo in base ai punti ottenuti durante l’anno in corso, venendo così azzerata ogni volta all’inizio del nuovo anno. In questa classifica figurano tutte le formazioni UCI, ad eccezione delle squadre WorldTour. Per calcolare la classifica vengono sommati i punti ottenuti dai dieci migliori corridori di ogni squadra, tenendo conto dei punti ottenuti esclusivamente dall’inizio della stagione in corso.

Saranno inoltre create delle Classifiche Tecniche, di esclusivo uso interno dell’UCI e che non verranno pubblicate, ma che possono essere usate per invitare le squadre ad un evento o una prova, oltre che per essere usate come criterio sportivo nel processo di registrazione delle squadre all’UCI.

Contrariamente a quanto avvenuto sinora (tra WorldTour, WorldRanking e Classifiche Continental), il sistema di punteggio sarà unico per tutte le classifiche, portando così ad una maggiore chiarezza visto che le corse e i risultati avranno sempre lo stesso valore.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

2 commenti

  1. Nelle Classifiche Continentali conteranno i risultati WT, il contrario invece avverrà nel WorldRanking?
    Con le classifiche triennali si vuole portare finalmente a una sorta di promozioni/retrocessioni in base ai risultati e non più a una combo risultati+licenza+corridori di spessore+soldi?

    • Il WorldRanking terrà conto di tutti i risultati ottenuti, in qualsiasi corsa, da qualsiasi corridore. Nelle classifiche continentali invece appariranno solo i corridori appartenenti a quel continente, a prescindere da dove corrono.
      Le Classifiche Triennali dovrebbero effettivamente servire per creare un sistema di promozione/retrocessione che dia priorità ai meriti sportivi e non economici, anche se i criteri di questo sistema non sono ancora stati svelati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.