Bora-Hansgrohe, Peter Sagan torna sul contatto con Van Aert al Tour: “Non devo chiedere scusa a nessuno. Lui dovrebbe farlo per le sue parole, ma non ci perdo il sonno”

Peter Sagan si aspetta le scuse di Wout Van Aert. I due erano venuti a contatto nella volata dell’undicesima frazione del Tour de France, con un movimento scorretto di Sagan che aveva portato alla reazione veemente del corridore della Jumbo-Visma sia subito dopo aver tagliato il traguardo, che nelle dichiarazioni post tappa. Lo slovacco era stato poi retrocesso all’ultima posizione del gruppo, compromettendo di fatto la sua corsa verso la maglia verde, ma non crede di doversi scusare per la sua azione in volata, anzi è convinto che dovrebbe essere il belga a scusarsi con lui per le sue parole

 

Non credo di dovermi scusare con nessuno – ha dichiarato il tre volte iridato a Het Nieuwsblad – Queste cose succedono nelle volate di gruppo. Tutti sanno come possono andare queste cose. Dopo quello che mi ha detto in quello sprint, credo sia lui a doversi scusare. Lo pensavo cinque mesi fa e lo penso ancora adesso, ma comunque non è una cosa che mi toglie il sonno”.

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.