LINK UTILI GIRO D'ITALIA 2021
GUIDASTARTLISTNOTIZIERISULTATICLASSIFICA
© Vincent Curutchet / AG2R LA MONDIALE

Ag2r Citroën, Greg Van Avermaet: “I favoriti per il Fiandre sono i soliti, ma c’è una piccola chance di batterli”

Greg Van Avermaet guarda con fiducia al Giro delle Fiandre 2021. Il belga è stato grande protagonista della campagna delle classiche finora, facendosi vedere spesso all’attacco. Il campione olimpico non è riuscito a raccogliere grandi risultati, non andando mai oltre il sesto posto alla E3 Binck Bank Classic, accompagnato da altri piazzamenti nei 15 a Milano-Sanremo, Gand-Wevelgem e Dwars door Vlaanderen. La settima posizione in quest’ultima corsa, che si è svolta mercoledì, gli ha particolarmente lasciato l’amaro in bocca, dopo aver a lungo cercato (invano) collaborazione dagli altri attaccanti per rientrare su Dylan Van Baarle (Ineos-Grenadiers), poi vincitore solitario a seguito della sua cavalcata di 50 chilometri.

“Penso di non stare affatto male, – ha dichiarato il capitano dell’Ag2r Citroën nella conferenza stampa virtuale alla vigilia della monumento -corro bene e mercoledì ho fatto una buona corsa alla Dwars door Vlaanderen, anche se sono stato un po’ deluso di non aver visto il gruppo di cui facevo parte collaborare per ottenere un risultato migliore. Penso che avessi le gambe per vincere o almeno fare un podio. In ogni caso arrivo al Giro delle Fiandre in buona forma. Non sono il principale favorito, ma penso di poter ottenere un buon risultato. Sarebbe buono avere le stesse gambe di mercoledì”.

Van Avermaet non ha dubbi nell’indicare gli uomini da battere nella corsa di domani e le sue possibilità: “I grandi favoriti restano gli stessi: Mathieu, Wout e Julian, con la sua Deceuninck-Quick-Step. Ma altri corridori possono ugualmente sperare di fare qualcosa di buono domenica, come Dylan Van Baarle, che sta davvero bene in questo momento. È sempre possibile batterli, c’è una piccola chance di farcela“.

Infine il belga ha commentato il rinvio della Parigi-Roubaix 2021, posizionata il 3 ottobre nel nuovo calendario: “È buono quando le due Monumento sono una dopo l’altra perché ti lascia un’altra chance dopo il Giro delle Fiandre. È sempre un peccato vedere uno dei più grandi obiettivi dell’anno essere posticipato. Non è stato facile da accettare sul momento, ma non cambia niente per la corsa di questa domenica. Darò tutto, come d’abitudine. Siccome la Parigi-Roubaix è stata rinviata, farò la Freccia del Brabante prima dell’Amstel Gold Race. Dopo il Giro delle Fiandre mi riposerò un po’, poi proverò a ottenere risultati in queste due corse. Non è il mio programma preferito, ma va così”.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.