© Stiehl Photography / MS

Volta a Catalunya 2017, presentazione Tappa 6: Tortosa – Reus

La penultima tappa della Volta a Catalunya 2017 promette ancora spettacolo. Nel corso della giornata non ci sarà infatti neanche un metro di pianura fra Tortoba e Reus (189,7 km). Dopo una lunga serie di saliscendi di scarsa difficoltà, l’attenzione andrà prestata soprattutto nel finale all’Alt de la Musara (1ª cat., 11,6 km al 5,0%, 11% max) che verrà scollinato a quasi 40 chilometri dalla conclusione. Più che la salita, potrebbe rivelarsi decisiva la lunga discesa, quasi 30 chilometri non troppo tecnici, che si concluderà in pratica soltanto a tre chilometri dal traguardo.

ORARIO DI PARTENZA: 12:20

ORARIO DI ARRIVO (PREVISTO): 16:51-17:19

DIRETTA TV: 15:45 Eurosport

HASHTAG UFFICIALE: #VoltaCatalunya

I FAVORITI

Qualche attacco di uomini di classifica ci potrebbe essere, il che porterebbe probabilmente ad un arrivo a ranghi abbastanza ristretti. Alejandro Valverde (Movistar) sarebbe così nuovamente uno dei grandi favoriti, potendo contare su un ottimo spunto veloce. Considerando il percorso sembra comunque molto probabile vedere arrivare una fuga, che in tappe come queste potrebbe essere composta da corridori molto vari. Tra i corridori che in questi giorni si sono fatti già notare troviamo uomini come Enrico Gasparotto (Bahrain-Merida), Artur Vichot (FDJ) e Daryl Impey (Orica-Scott), capaci di passare bene le salite per poi far pesare il loro spunto veloce. Alcuni uomini di media classifica potrebbero cercare inoltre la fuga per riposizionarsi, come Davide Formolo (Cannondale-Drapac), Louis Meintjes (UAE Team Emirates), Dani Navarro (Cofidis) e Rafal Majka (Bora-Hansgrohe). Probabile inoltre vedere davanti corridori aggressivi come Cyril Gautier (Ag2r La Mondiale), Valerio Conti (UAE Team Emirates), Thomas De Gendt (Lotto Soudal) o Alessandro De Marchi (BMC).

METEO PREVISTO

Cielo parzialmente nuvoloso. Umidità relativa 60%, possibilità di precipitazioni 20%, vento direzione NNE ai 14 km/h. Temperatura prevista: minima 7°, massima 16°.

MAGGIORI INSIDIE

Soprattutto se dovesse piovere, la discesa finale potrebbe risultare indigesta a tutti coloro i quali non se la sentiranno di prendere troppi rischi. Dall’altro lato, non è facile fare la differenza lungo queste discese che non hanno nulla a che fare con quelle alpine ricche di tornanti dove la tecnica conta molto di più.

MATERIALE TECNICO

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.