Tour of the Alps 2018, Presentazione Percorso e Favoriti Tappa 2: Lavarone – Alpe di Pampeago

Giornata già decisiva la seconda del Tour of the Alps 2018. La frazione che porterà i corridori da Lavarone all’Alpe di Pampeago è probabilmente la più dura di questa edizione, con i corridori che vogliono vincere la corsa che non possono tirarsi indietro. 145,5 chilometri decisamente impegnativi con un finale su una salita storica che non lascia spazio ad approssimazioni. Gli uomini forti emergeranno necessariamente sulle dure pendenze dell’ascesa finale, che potrebbe già consegnare non proprio il vincitore, ma dare una indicazione ben precisa che potrebbe essere anche difficile da sovvertire.

Si parte dunque dall’Alitipiano di Lavarone, con un inizio in falsopiano seguito da una lunga discesa, non particolarmente impegnativa. Al chilometro 35 parte la prima salita di giornata, con la lunga ascesa di Passo Redebus, non difficilissima, ma che resterà nelle gambe se affrontata a ritmo elevato, specialmente se la fuga si comporrà in questo tratto. Le pendenze non sono particolarmente dure, se non nel tratto finale, con una discesa che somiglia, anche se la prima fase dopo lo scollinamento richiede comunque attenzione.

Segue una fase abbastanza semplice, composta da una serie di saliscendi che non dovrebbero creare problemi. Un breve GPM è posto in questa fase, ma è lontano dal finale di corsa e malgrado pendenze anche interessanti, non dovrebbe apportare cambiamenti allo scenario di corsa che si sarà costruito. Dopo Cavalese, un lungo tratto discendente porterà poi a Molina di Fiemme, dove si affronterà nuovamente la rampa del Castello di Fiemme, dove si potrebbe avere qualche avvisaglia di ciò che sta per arrivare. Un breve tratto di pianura introduce poi alla salita vera e propria, che inizierà a Tesero. Pendenze massime del 15%, ma non si scende mai sotto il 10% nei quattro chilometri conclusivi, dove presumibilmente scoppierà la bagarre fra i big rimasti in quel momento.

ORARIO DI PARTENZA: 11:15

ORARIO DI ARRIVO (PREVISTO): 14:53 – 15:17

HASHTAG UFFICIALE: #TotA

Favoriti Seconda Tappa Tour of the Alps 2018

L’uomo più atteso per l’arrivo di domani è sicuramente Chris Froome (Sky). Il britannico oggi ha fatto lavorare la squadra in salita e quando ha allungato in pochi sono riusciti a seguirlo. Molto pericoloso in salita è stato anche Thibaut Pinot (Groupama – FDJ) che domani ci riproverà sicuramente sperando questa volta di tagliare il traguardo in prima posizione. Grande attenzione andrà riposta poi su Domenico Pozzovivo (Bahrain – Merida) e Fabio Aru (UAE Team Emirates) visto che entrambi vorrano lasciare il loro nome in cima all’Alpe di Pampeago.

Da capire poi come si vorrà comportare la Astana. La formazione kazaka ha infatti la maglia di leader della classifica generale con Pello Bilbao (Astana) ed il basco proverà a difenderla in tutti i modi, potendo contare anche su una condizione ottimale. Oltre al corridore basco peò al via ci sono anche Jan Hirt e Miguel Angel Lopez che potrebbero fare molto bene. Fra i corridori in lizza per la vittoria ci sono anche George Bennett (Lotto NL – Jumbo), Ben Hermans (Israel Cycling Academy), Giulio Ciccone (Bardiani – CSF), grande protagonista della tappa odierna, e il duo della Androni – Sidermec con Fausto Mansnada e soprattutto Ivan Ramiro Sosa.

Ci sono poi diversi corridori che oggi hanno perso forse un po’ più di quanto ci si poteva aspettare, rimanendo comunque ancora in lizza per la vittoria finale. È questo per esempio il caso di Louis Meintjes (Dimension Data) ed Alexander Geniez (AG2R La Mondiale), ma anche di Damiano Cunego (NIPPO – Vini Fantini – Europa Ovini), Amaro Antues (CCC Spradi Polkowice) o Riccardo Zoidl (Felbermayr – Simplon Wels). Più tempo invece hanno sicuramente perso corridori come Felix Grossschartner (Bora – Hansgrohe), Rodolfo Torres (Androni – Sidermec) o Edoardo Zardini (Wilier – Selle Italia) che proveranno magari a riscattarsi domani.

Meteo Previsto Seconda Tappa Tour of the Alps 2018

Precipitazioni sparse. Umidità relativa 68%, possibilità di precipitazioni 40%, vento direzione S a 11 km/h. Temperatura prevista: minima 8°, massima 16°.

Maggiori Insidie Seconda Tappa Tour of the Alps 2018

Il punto chiave della corsa sarà sicuramente la salita finale. Molto importante sarà imboccare la salita nelle prime posizioni visto che altimetri si rischia di perdere molte energie per risalire posizioni o addirittura di perdere secondi importanti rimanendo magari attardato per un buco nel gruppo. Fondamentale sarà poi scegliere il momento giusto per attaccare visto che da dietro il gruppo eventualmente potrebbe reagire ed annullare il tentativo.

Altimetria e Planimetria Seconda Tappa Tour of the Alps 2018

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.