Tirreno-Adriatico 2019, Presentazione Percorso e Favoriti Sesta Tappa: Matelica – Jesi

La Tirreno-Adriatico 2019 torna a sorridere ai velocisti. Dopo la battaglia tra gli uomini di classifica e in attesa della cronometro individuale conclusiva, la corsa dei due mari si prende un break per gustarsi un’altra volata tra i grandi interpreti degli sprint. La Matelica-Jesi infatti ha nei 195 chilometri di lunghezza l’insidia maggiore, dopo tante fatiche nelle gambe dei corridori. Il percorso presenta un’unica difficoltà altimetrica, il Valico di Pietra Rossa, situato nella prima metà della giornata. Essendo lo scollinamento dopo 53 chilometri, le squadre dei velocisti avranno il tempo per proteggere i propri uomini prima di pensare a riprendere la fuga di giornata. L’altimetria rimane abbastanza mossa fino a 50 chilometri dalla conclusione, pur senza presentare altre salite registrate come di categoria. Il finale totalmente pianeggiante lascia pochi dubbi sui favoriti di giornata, a meno di grosse sorprese.

ORARIO DI PARTENZA: 11:40

ORARIO DI ARRIVO (PREVISTO): 16:10 – 16:36

DIRETTA TV: 14:20-15:40 RaiSport+; 15:40-16:35 Rai2 / 13:30 – 16:30 Eurosport Player, 13:45 – 16:45 Eurosport 1

HASHTAG UFFICIALE: #TirrenoAdriatico

Favoriti Sesta Tappa Tirreno – Adriatico 2019

Il lotto dei grandi favoriti per la frazione di domani non è particolarmente esteso. Dopo il successo a Foligno, Elia Viviani (Deceuninck – Quickstep) sembra essere l’uomo da battere, sia per la sua ottima condizione di forma sia per il treno a sua disposizione. Insieme al campione italiano, i due big presenti alla corsa sono Fernando Gaviria (UAE Team Emirates) e Peter Sagan (Bora-Hansgrohe). Il colombiano non può contare sul supporto di un team intorno a lui, ma in avvio di stagione ha già dimostrato di non temere nessuno in questo tipo di arrivi. Lo slovacco dal canto suo ha colto un secondo posto inaspettato, considerando le difficoltà fisiche che lo hanno coinvolto settimana scorsa.

Gli altri ciclisti possono essere considerati al più alla stregua di outsider, che possono provare il colpo a sorpresa ma hanno bisogno di un exploit. Il più importante di questi è Phil Buahuas (Bahrain-Merida), che ha in bacheca successi anche prestigiosi ma ultimamente appare in difficoltà in volata. Avrebbe probabilmente preferito un percorso più movimentato Jasper Stuyven (Trek-Segafredo), che può piazzarsi in una volata a ranghi compatti ma difficilmente può ambire al colpo grosso. Da non sottovalutare il ruolo di Davide Cimolai (Israel Cycling Academy), che ha potuto risparmiare energie preziose in questi giorni e cercherà di migliorare il sesto posto di venerdì.

Chi ha sorpreso nella prima volata è Jens Keukeleire (Lotto Soudal), che dopo il quinto posto vuole provare a migliorarsi ulteriormente. Si sono piazzati anche Clément Venturini (Ag2r La Mondiale) e Davide Ballerini (Astana), che pur senza un supporto notevole da parte delle rispettive formazioni vogliono ripetere il risultato in top ten, e magari spingersi oltre. Cerca riscatto invece Sacha Modolo (Education First), lontano dalle posizioni a cui ci ha abituato. Anche Enrico Battaglin (Katusha Alpecin) ha l’unica occasione per mettersi in mostra in una Tirreno-Adriatico adatta a lui, ma che finora gli ha dato poche soddisfazioni.

Non bisogna sottovalutare la possibilità che una delle seconde linee abbia la sua chance di fare volata, nel caso uno dei capitani abbia qualche problema o non si sente al meglio. È il caso soprattutto di Maximilian Richeze (Deceuninck-Quickstep) e Simone Consonni (UAE Team Emirates), ma nel lotto di questi corridori può essere inserito anche Tosh Van der Sande (Lotto Soudal). Tra le altre Continental Pro, gli uomini di punta in grado di sperare in un piazzamento sono Luca Pacioni (Neri Sottoli Selle Italia KTM) e Paolo Simion (Bardiani CSF), insieme ad Alexander Porsev (Gazprom-RusVelo).

Borsino dei Favoriti

***** Elia Viviani
**** Fernando Gaviria, Peter Sagan
*** Phil Bauhaus, Jasper Stuyven, Davide Cimolai
** Clément Venturini, Sacha Modolo, Davide Ballerini, Jens Keukeleire
* Enrico Battaglin, Luca Pacioni, Maximilian Richeze, Simone Consonni, Paolo Simion

Meteo Previsto Sesta Tappa Tirreno – Adriatico 2019

Pioggia. Precipitazioni 70%. Umidità 69%. Vento fino a 14 km/h direzione S. Temperatura minima 12°C, massima 17°C.

Maggiori insidie Sesta Tappa Tirreno – Adriatico 2019

L’insidia principale sarà la pioggia, che è prevista sulla corsa almeno nella parte finale. Con l’asfalto scivoloso, le manovre per preparare la volata saranno molto più pericolose, così come le discese nella parte centrale della tappa. Per i corridori che soffrono l’acqua poi sarà una giornata davvero complicata.

Altimetria e Planimetria Sesta Tappa Tirreno – Adriatico 2019

 

Cronotabella Sesta Tappa Tirreno – Adriatico 2019

 

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.