© Imola 2020

Presentazione Percorso e Favoriti Cronometro Uomini élite Mondiali Fiandre 2021

Sarà la cronometro uomini élite ad aprire i Mondiali di Ciclismo delle Fiandre 2021. In programma nel pomeriggio di domenica 19 settembre, la prova contro il tempo maschile inaugurerà la rassegna iridata con i migliori cronomen del mondo pronti a sfidarsi per conquistare la prestigiosa maglia arcobaleno, che nel corso dell’ultimo anno è stata sulle spalle del nostro Filippo Ganna. La gara, che come tutte le cronometro, vedrà la suggestiva partenza dalla spiaggia di Knokke-Heist per concludersi a Bruges, misurerà 43,3 chilometri e presenterà un percorso pianeggiante praticamente privo di asperità che consentirà agli specialisti della disciplina di scatenare tutta la loro potenza.

ORARIO DI PARTENZA (PRIMO CORRIDORE): 14:40
ORARIO DI ARRIVO PREVISTO (ULTIMO CORRIDORE): 16:55
DIRETTA TV: 14:20-14:45 RaiSport / 14:45-17:15 Rai 2 / RaiPlay / 15:15-17:15 Eurosport 1 / 14:20-17:25 Eurosport Player
HASHTAG UFFICIALE: #Flanders2021

Albo d’oro recente Cronometro Uomini élite Mondiali di Ciclismo

2020 GANNA Filippo
2019 DENNIS Rohan
2018 DENNIS Rohan
2017 DUMOULIN Tom
2016 MARTIN Tony
2015 KIRYIENKA Vasil
2014 WIGGINS Bradley
2013 MARTIN Tony
2012 MARTIN Tony
2011 MARTIN Tony

Percorso Cronometro Uomini élite Fiandre 2021

Knokke-Heist – Bruges (43,3 km)

Il percorso, che prenderà il via dalla spiaggia di Knokke-Heist, località balneare del Mare del Nord, è sostanzialmente privo di difficoltà dal punto di vista altimetrico. Saranno infatti solamente 78 i metri di dislivello lungo i 43,3 chilometri previsti. Dopo il primo tratto di 1500 metri lungo la spiaggia, i corridori transiteranno dal centro cittadino per poi dirigersi verso l’entroterra delle Fiandre occidentali attraversando le località di Westkapelle e Oostkerke.

Il primo intermedio è posto dopo 13,8 chilometri, poco prima di Dudzele, località nella quale i corridori ripasseranno nuovamente dopo essere entrati una prima volta a Bruges. Mentre il secondo rilevamento cronometrico si trova dopo 33,3 chilometri, esattamente ai meno dieci dall’arrivo. Il finale da Damme verso l’arrivo di Bruges sarà praticamente tutto dritto mentre gli ultimi chilometri nel centro cittadino sono più tecnici con alcune curve. Complessivamente, a livello planimetrico, la maggior parte della corsa si svolge su lunghi tratti rettilinei, lungo i quali, però, i corridori dovranno fare particolare attenzione alle insidie del vento, specialmente nella prima parte.

Favoriti Cronometro Uomini élite Fiandre 2021

Clicca qui per l’ordine di partenza completo

La recente cronometro degli Europei in Trentino ha dimostrato come, in questo momento, siano diversi gli specialisti di alto livello pronti a sfidarsi anche per la maglia iridata. Con un livello così alto di competizione saranno i dettagli a fare la differenza con la possibilità di vedere incoronato il campione iridato anche solo per una manciata di secondi. A livello di favoriti sembrerebbero, però, ancora un gradino sopra tutti gli altri coloro che occuparono il podio di Imola lo scorso anno.

Dunque gli italiani sperano che Filippo Ganna (Italia) possa bissare il successo conquistato l’anno scorso sulle strade di casa. Dalla sua, oltre a uno stato di forma in crescita, il campione uscente avrà un percorso che si adatta agli specialisti e con un chilometraggio che gli potrà consentire di sprigionare tutta la sua potenza per fare la differenza rispetto ai suoi rivali. Non mancheranno certo sfidanti di valore assoluto determinati a sfilare la maglia iridata al cronoman piemontese, a cominciare da Stefan Küng (Svizzera), terzo ad Imola 2020 e fresco di bis continentale dove ha preceduto proprio Ganna di 8 secondi. Lo svizzero ormai ha confermato di essere tra i migliori interpreti della disciplina e anche lui sembrerebbe poter essere avvantaggiato dal tracciato privo di difficoltà altimetriche.

Probabilmente avrebbe preferito qualche asperità in più, invece, Wout Van Aert (Belgio). Atteso protagonista anche della prova in linea di domenica prossima, dopo i due argenti di Imola 2020, vorrà provare a conquistare la medaglia d’oro sulle strade di casa. Il belga ha vinto due delle quattro crono a cui ha preso parte in questa stagione, quella alla Tirreno-Adriatico e l’ultima al Tour de France, e la forma mostrata al recente Tour of Britain fa sicuramente ben sperare in vista dell’appuntamento iridato. I padroni di casa potranno contare, però, anche su Remco Evenepoel. Il giovane talento è salito sul podio degli Europei in Trentino sia nella prova contro il tempo col terzo posto che nella prova in linea alle spalle Sonny Colbrelli, sembra perfettamente recuperato dal terribile incidente de Il Lombardia dello scorso anno e con una condizione in crescita potrebbe dire la sua per il successo finale.

Potenzialmente da podio sono anche l’elvetico Stefan Bissegger e il danese Kasper Asgreen, che però hanno spesso dato il meglio di loro soprattutto in prove contro il tempo dal chilometraggio un po’ più contenuto rispetto a questa, mentre Tadej Pogačar (Slovenia) avrebbe probabilmente gradito una crono meno da specialisti e con un tracciato più movimentato. Un corridore in ottima forma che potrebbe ottenere un buon risultato è sicuramente il mantovano Edoardo Affini (Italia), che può certamente candidarsi a entrare nei primi dieci e, in caso di prestazione super, anche in top-5, così come Remi Cavagna (Francia), vincitore quest’anno di due cronometro ma autore di una performance non particolarmente esaltante nella prova degli Europei in Trentino.

Tra coloro che lotteranno per conquistare un piazzamento nella top-10 possiamo molto probabilmente inserire il campione nazionale sloveno delle prove contro il tempo Jan Tratnik, l’ex campione del mondo U23 delle crono Mikkel Bjerg (Danimarca), autore però quest’anno di prestazioni altalenanti, il vincitore della cronometro finale del Giro d’Italia 2017 Jos Van Emden (Paesi Bassi), e Max Walscheid (Germania), che ha ottenuto un buon quinto posto nella prova contro le lancette di Trento. Il percorso da Knokke-Heist a Bruges, invece, non sembra fatto per corridori come Brandon McNulty (Stati Uniti), Nelson Oliveira (Portogallo), Rigoberto Uran (Colombia) e Michal Kwiatkowski (Polonia), che comunque hanno le capacità per far registrare un buon tempo.

Possibili outsider da tenere in considerazione per un risultato di rilievo sono anche l’ex iridato delle cronometro Tony Martin (Germania), che però da cinque anni non vince una crono (escludendo il titolo nazionale tedesco), e il campione italiano Matteo Sobrero, che partendo tra i primi potrebbe fissare un buon tempo di riferimento. Altri specialisti delle prove contro il tempo degni di menzione sono infine Josef Cerny (Repubblica Ceca), Benjamin Thomas (Francia), Andreas Leknessund (Norvegia), Lawson Craddock (Stati Uniti) Ryan Mullen (Irlanda), Stefan De Bod (Sudafrica) Hugo Houle (Canada) e Rafael Reis (Portogallo).

Borsino dei Favoriti Cronometro Uomini élite Fiandre 2021

***** Filippo Ganna
**** Stefan Küng, Wout Van Aert
*** Stefan Bissegger, Remco Evenepoel, Kasper Asgreen
** Edoardo Affini, Tadej Pogačar, Remi Cavagna, Jan Tratnik
* Mikkel Bjerg, Jos Van Emden, Brandon McNulty, Nelson Oliveira, Max Walscheid

Meteo Previsto Cronometro Uomini élite Fiandre 2021

Nuvoloso. Possibilità di precipitazioni: 10%. Umidità relativa: 72%. Vento: direzione SO fino a 11 km/h. Temperatura prevista: minima 20° C, massima 22° C.

Altimetria e Planimetria Cronometro Uomini élite Fiandre 2021

Cronotabella Cronometro Uomini élite Fiandre 2021

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.