Mondiali Fiandre 2021, Van Aert critica ancora Evenepoel: “Tutto si sarebbe potuto evitare se Remco avesse espresso il suo disappunto in gruppo e non in televisione”

Non si placano ancora le discussioni in casa Belgio in seguito al disastro dei Mondiali nelle Fiandre 2021. È infatti oramai appurato come le cose in squadra non siano andate per il meglio, vista anche la giornata negativa attraversata dal capitano designato Wout van Aert. È noto anche come nei giorni successivi siano esplose le polemiche, con gli atleti che hanno parlato forse troppo e in momenti sbagliati, come Remco Evenepoel, che si è lamentato in televisione di non essersi potuto giocare le sue carte. A queste dichiarazioni aveva risposto tra gli altri  Jasper Stuyven, criticando duramente il suo giovane connazionale.

Dal canto suo, van Aert ha dichiarato più volte la sua intenzione di voler provare ad appianare la tensione, ma non tutto sembra essere risolto. Secondo quanto riportato da DHnet, infatti, il vice campione olimpico di Tokyo 2020 è tornato a parlare di quella gara nel documentario diffuso da VTM: “Tutto si sarebbe potuto evitare se Remco avesse espresso il suo disappunto in gruppo e non in televisione. In quel momento mi ha scosso come una bomba”.

Il vincitore della Milano-Sanremo 2020 si è poi soffermato anche sulla grande pressione che ha dovuto gestire in quella corsa: “Avevo lavorato molto per quel Mondiale. C’è stata una forma di rilassamento dopo la gara, perché la pressione era scomparsa. Ero amareggiato per non essere riuscito a farcela, ero responsabile di questo con il gruppo. Ma ero anche contento che fosse finita“.


• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *