Analisi Percorso Giro dei Paesi Baschi 2019: tanto spettacolo e poca pianura in terra basca

Da una regione con una forte impronta identitaria come la Catalogna, si passa ad un’altra che l’ha altrettanto forte, i Paesi Baschi. In programma dal 8 al 13 aprile, il Giro dei Paesi Baschi 2019 sarà come di consueto garanzia di spettacolo, con tappe mosse ma salite non troppo lunghe, come tipico di queste zone. Il tutto con i corridori che saranno circondati dall’affetto del popolo basco, che vanta una grande tradizione ciclistica ed è, da sempre, uno dei pubblici a bordo strada più rumorosi e appassionati del mondo. L’anno scorso Primoz Roglic fece il bello e il cattivo tempo, relegando gli idoli di casa Mikel Landa e Ion Izagirre ai gradini più bassi del podio.

Percorso Giro dei Paesi Baschi 2019

Si parte con una breve cronometro individuale nei dintorni di Zumarraga, comune nella provincia della Guipuzcoa. Saranno 11,2 chilometri da fare a tutta, con il GPM di Antio di 3a categoria dopo poco meno di nove chilometri che potrebbe mettere il bastone tra le ruote agli specialisti più puri. Ad indossare la prima maglia gialla sarà comunque un corridore forte a cronometro che si difende in salita e non è da escludere che sarà subito un uomo di classifica a conquistarla.

Anche la seconda tappa partirà da Zumarraga e si concluderà dopo 149,5 chilometri a Gorraiz, cittadina navarra poco fuori Pamplona. Sarà sulla carta una tappa abbastanza semplice, con i GPM di Olaberria (3a cat.) e Lizarrusti (3a cat.) da affrontare in apertura, anche se i saliscendi non mancheranno durante l’arco di tutta la tappa. Attenzione anche all’arrivo in leggera salita, che potrebbe creare qualche grattacapo ai velocisti.

Si proseguirà con una tappa simile, la Sarriguren-Estibaliz di 191,4 chilometri. Si ripartirà quindi poco lontani da dove si aveva concluso il giorno precedente, per fare rotta verso la provincia di Alava. Si salirà subito verso Goñi (2a cat.), per poi scalare Opakua (3a cat.) a più di 60 chilometri dall’arrivo. Anche stavolta dovrebbero essere gli uomini veloci a giocarsi la tappa, ma anche stavolta l’arrivo in leggera pendenza non sarà da sottovalutare.

Più insidiosa la quarta tappa, che partirà da Vitoria-Gasteiz, capoluogo dei Paesi Baschi, per concludersi ad Arrigorriaga, nei pressi di Bilbao, dopo 163,6 chilometri. Ci saranno da scalare Campa Hafade (3a cat.), Garate (3a cat.), Bikotz Gane (1a cat.), e poi Zaratamo (3a cat.), a soli cinque chilometri dalla conclusione, che potrebbe essere un perfetto trampolino di lancio per qualche coraggioso attaccante.

La quinta sarà probabilmente la tappa regina, da Arrigorriaga ad Arrate per un totale di 149,8 chilometri. Si lascia quindi la Bizkaia per tornare in Guipuzcoa, con sette GPM che faranno sicuramente selezione. Morga (3a cat.), Natxitua (3a cat.), Bedarona (3a cat.) e Arribinieta (3a cat.) faranno da antipasto a gli ultimi 50 chilometri molti insidiosi. Si salirà infatti verso Izua (1a cat., 5 km al 8,5%), che sarà seguito dal GPM di Trabakua (3a cat.) e la scalata finale di Usartza (1a cat., 3,7 km al 11,4%), con arrivo poi ad Arrate. L’anno scorso sullo stesso arrivo si impose Enric Mas, con Roglic che andò in difficoltà sugli attacchi di Landa, anche se il vantaggio accumulato precedentemente dallo sloveno fu sufficiente a tenere la maglia di leader.

Il gran finale si svolgerà interamente nei dintorni della città di Eibar, con una frazione di soli 118,2 chilometri che, tuttavia, si preannuncia molto intensa. Saranno ben sei i GPM da affrontare, con San Miguel (3a cat.), Kalbario (3a cat.) e Elkorrieta (3a cat.) che probabilmente scorreranno via senza affanni. Per chi volesse provare a vincere la tappa, oppure recuperare posizioni in classifica generale, sarà fondamentale farsi trovare pronti nella seconda metà della frazione, quando si salirà verso Azurki (1a cat.), Karakate (1a cat.) e Asensio (2a cat.), salite non particolarmente lunghe ma con pendenze da non sottovalutare. In ogni caso lo spazio per provare a far saltare il banco ci sarà, con l’ultima asperità che verrà superata a poco meno di 20 chilometri dall’arrivo, in un finale tutto da vivere.

Tappe Giro dei Paesi Baschi 2019

Lunedì 8 Aprile – 1ª Tappa: Zumarraga > Zumarraga, 11,2 km (cronometro individuale)
Martedì  9 Aprile – 2ª Tappa: Zumarraga > Gorraiz, 149,5 km
Mercoledì 10 Aprile – 3ª Tappa: Sarriguren > Estibaliz, 191,4 km
Giovedì 11 Aprile – 4ª Tappa: Vitoria-Gasteiz > Arrigorriaga, 163,6 km
Venerdì 12 Aprile – 5ª Tappa: Arrigorriaga > Arrate, 149,8 km
Sabato 13 Aprile – 6ª Tappa: Eibar > Eibar, 118,2 km

Altimetrie e Planimetrie Giro dei Paesi Baschi 2019

 

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.