Tokyo 2020, il percorso ufficiale (Altimetria e Planimetria)

Percorso molto interessante per ogni prova su strada dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020. Approvato dall’UCI già nel 2018, il tracciato della prova in linea della prossima Olimpiade vedrà i corridori partire dalla capitale per poi affrontare il Monte Fuji, almeno nelle sue pendenze iniziali, per poi dirigersi, non senza altre difficoltà altimetriche, per un finale di grande impatto scenico nel Circuito del Fuji (Fuji International Speedway). Disegnato per cercare di dare il maggior impatto dinamico e di pubblico, il percorso disegnato dagli organizzatori si vuole il più aperto possibile a corridori di varie specialità, con anche la crono, che potrebbe riservare sorprese visto un tracciato non banale.

Percorso Prova in Linea Ciclismo Tokyo 2020

Gli uomini affronteranno 234 chilometri dal Musashinonomori Park, nella periferia occidentale di Tokyo, al Circuito Fuji. Un dislivello complessivo di 4865 metri con cinque salite, tutte sopra i mille metri a scandire ritmo e pericolosità di un tracciato per scalatori e scattisti. Snodo cruciale sarà chiaramente il Fuji Sanroku apice della corsa con i suoi 1451 metri posti a metà percorso, al termine di una salita di oltre 15 chilometri. In precedenza la strada avrà già dato modo di scoprire le sue tattiche con un primo tratto abbastanza semplice di 40 chilometri, seguito da una lunga e costante strada ascendente di altrettanti chilometri fino al primo GPM, a Doushi Road, la quale seguirà un breve falsopiano fino all’esplosiva ascea di Kagosaka Pass, posta dopo 96,5 km.

Una lunga discesa porta a superare metà corsa per iniziare la scalata verso il punto più alto della corsa. Semplice, ma non banale il tratto che segue la discesa, con un costante saliscendi che potrà rivelarsi molto importante, fino alla quarta salita, una scalata abbastanza ripida verso il Mikuni Pass, dopo 201 chilometri. L’ultima salita sarà invece nuovamente il Kagosaka Pass, che si affronterà in rapida successione, dopo neanche dieci chilometri di discesa e pianura. Da quel momento rapida picchiata verso il circuito conclusivo, con un ultimo strappo lungo i 17,7 chilometri del giro e mezzo in programma. Arrivo spettacolare e suggestivo per una corsa che, se non sarà ancora chiusa, potrà ancora dare grandi emozioni.

Ben diversa invece la prova femminile. Se non cambiano partenza e arrivo, lungo i 137 chilometri in programma non ci sarà il Monte Fuji nella sua parte più impegnativa, con la corsa che vivrà nella rapida successione di Doushi Road e Kagosaka Pass il suo momento chiave prima della discesa verso il Circuito conclusivo. In buona sostanza è dunque tagliata tutta la seconda parte della corsa maschile, dando la sensazione di una corsa decisamente meno dura e spettacolare, soprattutto a livello scenografico, non senza polemiche.

Il circuito di Fuji sarà invece fulcro della cronometro, di cui ospiterà partenza e arrivo. Un percorso unico per uomini e donne, ma la distanza sarà doppia per gli uomini, che affronteranno infatti due giri del circuito, contro la tornata unica delle donne. Saranno così 22,1 i chilometri per le donne, contro i 44,2 degli uomini, per un dislivello rispettivo di 423 e 846 metri, all’interno di un tracciato che combina tratti di pianura in rettilineo ad un percorso ondulato, con molte curve e continui cambi di pendenza che renderanno la corsa molto interessante ed incerta.

Altimetria e Planimetria Percorso Ciclismo Giochi Olimpici Tokyo 2020

Prova in Linea Uomini: Musashinonomori Park – Circuito Fuji (234 km)

Prova in Linea Donne: Musashinonomori Park – Circuito Fuji (137 km)

Altimetria e Planimetria Crono Tokyo 2020

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.