© Federciclismo

Glasgow 2018, si parte! Scelti i quartetti per le qualificazioni

Si parte con l’inseguimento a Squadre agli Europei di Glasgow 2018. Le prime prove della rassegna continentale si svolgeranno alle 19:30 ora italiana, e i cittì azzurro Dino Salvoldi e Marco Villa hanno scelto chi saranno i primi a scendere in pista. Le azzurre che ilCT Salvoldischiera al via sono un mix tra esperienza e giovani talenti: Letizia Paternoster, Elisa Balsamo, Marta Cavalli e Silvia Valsecchi. Nella passata edizione (con un’atleta di spessore come Tatiana Guderzo), le azzurre hanno demolito in finale la Gran Bretagna registrando il nuovo record italiano (4’17”853), un successo d’oro che aveva bissato quello del 2016 conquistato a Sant Quentin en Yvelines. Insomma, anche se il CT ha dichiarato che “l’allenamento per questo europeo non è stato dei migliori” aspettiamoci un vero e proprio spettacolo dalle donne del CT Salvoldi.

Scelte complicate per il CT Villa, che ha selezionato Francesco Lamon, Liam Bertazzo, Filippo Ganna ed Elia Viviani. Il CT si è riservato però di fare un ultimo allenamento oggi dalle 14.00 (ora locale, quindi le nostre 15:00), per poter scegliere se far correre lo scratch a Elia Viviani nella giornata di venerdì, in funzione dell’omnium di sabato. Il Ct non nasconde che alcuni dubbi ci sono: arrivando da una preparazione su una pista diversa rispetto a quella di Glasgow, manca ancora il feeling pieno con gli atleti, un po’ di ritmo di una prova di gara, che probabile arriverà con il quartetto delle qualifiche. “Ma sui tempi ci siamo!”dice il CT Villa.

Ricordiamo che nelle ultime due rassegne continentali il quartetto uomini ha conquistato l’argento piegandosi a una indomabile Francia. Ma nell’ultima edizione a Berlino, gli azzurri hanno registrato un crono di tutto rispetto 3’55”986.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.