Al Giro con la Bardiani #19 | il Communication Manager Luca Barioglio ci spiega la sua giornata e la gestione della comunicazione del team

Ciao a tutti,

sono Luca Barioglio e oggi vi racconto la giornata tipo del Communication Manager al Giro d’Italia. 

La mia giornata inizia la mattina insieme al resto dello staff, anche se generalmente ho la fortuna di potermi di svegliare un po’ più tardi rispetto a massaggiatori e meccanici. Mi piace iniziare la giornata andando a recuperare almeno una Gazzetta dello Sport per staff e corridori, che fa loro sempre piacere leggere. Se l’edicola è lontana, ne approfitto per fare un po’ di jogging mattutino perché è l’unico momento in cui ci si può muovere in maniera indipendente.

Faccio poi colazione con lo staff un’ora prima dei corridori, con l’orario che varia a seconda dell’orario di partenza della tappa. Dopo inizio l’attività del pre-tappa sui Social dove condivido qualche contenuto arrivato la sera tardi relativamente alla tappa precedente e poi le indicazioni per i fan su dove poterci seguire nella giornata in corso. Dopodiché ci muoviamo verso la partenza. Quando sono fortunato riesco a stare sul bus coi ragazzi e smisto qualche piccola intervista. Col Covid però è cambiato un po’ tutto. Prima si potevano fare molte cose in tempo reale con i giornalisti che potevano accedere a tutte le aree, ora sono io l’unico tramite per contattare i ciclisti. Già alla mattina qualche giornalista può chiedermi interventi dai corridori dal bus oppure dalla partenza dove ci sono due mixed-zone apposite. 

Il mio compito è andare al foglio firma insieme ai ragazzi facendo una piccola diretta Social. io gestisco Facebook, Instagram, Twitter e anche il canale Telegram della squadra. Con due device cerco di prendere contenuti sufficienti per tutti i canali Social. Subito dopo il foglio firmo gestisco le interviste che i giornalisti mi chiedono. Ad esempio questa mattina abbiamo fatto un’intervista con Visconti su Eurosport, mentre Marengo una su Tuttobici. Capita di lavorare con Rai, Eurosport se abbiamo dei favoriti oppure con giornalisti locali sugli atleti di zona.

Partita la tappa, noi non possiamo fare video in gara perché i diritti sono coperti dalla TV, al massimo qualche foto. Generalmente mi muovo col bus verso l’arrivo, dove bisogna arrivare in anticipo. Nel frattempo scarico anche dal portale del nostro fotografo ufficiale Bettini, alcune foto della partenza. Le metto in linea con la nostra grafica per avere già qualche immagine da condividere in diretta sui Social se siamo in fuga, oppure per portarmi semplicemente avanti con il lavoro post-tappa. 

In base a come va la tappa hai diversi momenti mediatici da gestire. All’arrivo ci sono io, per la copertura social e i giornalisti, il medico sociale e un massaggiatore. Quando torniamo al bus, non potendo avere molti contatti con i giornalisti, coordino tramite telefono tutti gli impegni come questa rubrica fissa, una con la Gazzetta di Parma e poi quelli con altre testate che non si possono avvicinare. 

Inizio poi subito a scrivere il comunicato della giornata oppure un report sponsor se è una giornata come quella di oggi dove non c’è nulla da comunicare da parte nostra. Poi scarico le foto e le carico sui social, metto in evidenza le stories raccolte durante il giorno e il lavoro svolge verso il termine. Ci vogliono un paio d’ore, nel corso delle quali metto anche una news sul sito, pubblicare la gallery sul sito e i social che interessano ai nostri fan. 

La giornata termina con la cena dello staff, una mezz’ora dopo quella degli atleti. È il momento più bello della giornata dove si condivide insieme le esperienze e si ride insieme. Al Giro ci sono poi dei momenti fuori orari come quello di ieri sera in cui un giornalista mi ha chiesto alcuni approfondimenti a tarda sera. Quindi sono di fatto sempre a disposizione di giornalisti e fan.

Devo gestire anche gli ospiti mandati degli sponsor che hanno bisogno di pass. A fine serata mando a RCS tutte le richieste di accredito per i giorni successivi e a loro le informazioni su dove ritirarli. Non mancano anche le richieste dell’ultima ora! Cerchiamo di valorizzare i nostri 40 sponsor insieme ai corridori nei post sui sociali. I nostri partner tecnici devono essere presenti almeno in un post o in una stories nel corso della giornata al Giro d’Italia. In tal proposito mi faccio un piano di contenuti a inizio Giro. Di fatto metà dei post social sono live di cronaca, mentre l’altra metà è pre-pianificata e solo la foto o il video vengono realizzati in diretta. In questo modo sono sicuro di non trascurare nessun nostro partner!

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.