Presentazione Percorso e Favoriti Trofeo Matteotti 2018

Ritorno in grande stile dopo anni complicati per il Trofeo Matteotti 2018. Lo spostamento nel calendario da luglio a settembre, nonostante la contemporaneità della cronometro a squadre dei Mondiali di Innsbruck, restituisce slancio alla classica abruzzese, che si propone come interessante appuntamento premondiale. Domenica 23 settembre, sulla distanza di 195 chilometri, si correrà l’edizione numero 71 di una gara che vanta firme illustri sul suo albo d’oro. Tra queste si segnalano Gino Bartali, Ercole Baldini, Vito Taccone, Marino Basso, Felice Gimondi, Roger De Vlaeminck, Franco Bitossi, Francesco Moser, Moreno Argentin, Gianni Bugno, Frank Vandenbroucke e Paolo Bettini. Nelle ultime quattro edizioni si sono imposti ben tre volte i corridori stranieri, mentre nel 2009 e nel 2014 la corsa non è stata disputata.

ORARIO DI PARTENZA: 11:15
ORARIO DI ARRIVO PREVISTO: 15:53-16:22
HASHTAG UFFICIALE: #TrofeoMatteotti

Albo d’Oro recente Trofeo Matteotti 2018

2017 SHILOV Sergey
2016 ALBANESE Vincenzo
2015 SALUNOV Evgeniy
2014 Non disputata
2013 REICHENBACH Sébastien
2012 DE NEGRI Pierpaolo
2011 GATTO Oscar
2010 CHIARINI Riccardo
2009 Non disputata
2008 BETTINI Paolo

Percorso Trofeo Matteotti 2018

Pescara-Pescara: 195 km (circuito di 15 km da ripetere 13 volte)

Il make-up del Trofeo Matteotti non è completo. Il rilancio di una corsa che negli ultimi anni ha registrato un indebolimento sostanziale del lotto dei partecipanti (e di conseguenza dei vincitori) passa infatti anche attraverso una conferma: il percorso. La gara pescarese si snoderà come di consueto su un tracciato di 15 chilometri da ripetere 13 volte, per un totale di 195 chilometri da far scorrere sotto le ruote. Interessante anche il dislivello complessivo, che rasenta i 2000 metri (1950 per l’esattezza) grazie alla moltiplicazione dei 150 metri da “scalare” in ogni tornata.

Partenza e arrivo sono posti a Piazza Duca degli Abruzzi. Tre le difficoltà altimetriche da superare in ogni giro: dopo lo strappo di Via Tiberi (600 metri al 7% di pendenza media) collocato ad inizio percorso, a restare nelle gambe può essere la sequenza composta da Colle Caprino (2,6 chilometri al 4%) e dallo strappo che conduce a Montesilvano, 800 metri al 6,6%. L’ultimo scollinamento è posto a 6500 metri dall’arrivo e può fungere da trampolino di lancio per chi dovesse dimostrarsi in grado di fare la differenza.

Favoriti Trofeo Matteotti 2018

La gara potrebbe risolversi in uno scontro frontale tra Androni Giocattoli-Sidermec e Nippo-Vini Fantini-Europa Ovini. Entrambe le formazioni dispongono infatti di diverse frecce nei rispettivi archi. Dopo la conquista del Memorial Pantani il team di Gianni Savio può far leva sull’entusiasmo di Davide Ballerini, ma anche e soprattutto sulla solidità e sulla condizione di un Francesco Gavazzi finalmente pronto a lasciare il segno dopo una serie di piazzamenti. Senza dimenticare le potenzialità di Manuel Belletti, qualora la corsa dovesse rivelarsi meno dura del previsto, e di Fausto Masnada.

La squadra italogiapponese affida invece la sua onda d’urto a due pedine. Accanto a un Juan José Lobato del Valle andato a segno giovedì nella Coppa Sabatini 2018, c’è un Marco Canola chiamato ad interrompere un digiuno costellato da una serie di piazzamento. Molto più di un terzo incomodo nella sfida può essere Giovanni Visconti, che domani svestirà la divisa della Bahrain-Merida per indossare quella della Nazionale Italiana. Tra i corridori veloci in grado di resistere sugli strappi non possono essere sottovalutati Kristian Sbaragli (Israel Cycling Academy), Danilo Celano (Caja Rural-Seguros RGA) e Alexander Porsev (Gazprom-Rusvélo), possibili outsiders al pari di due uomini usciti molto bene dalla settimana di classiche italiane: Pierpaolo Ficara (Amore&Vita-Prodir) e Luca Wackermann (Bardiani-CSF).

Per gli scalatori puri sarà invece difficile riuscire a sbaragliare la concorrenza. Gli unici in grado di fare la differenza sembrano essere Domenico Pozzovivo (Italia) e Nairo Quintana (Movistar), ma per entrambi il tratto che conduce dall’ultima salita al traguardo sembra essere troppo lungo per sognare in grande.

Borsino dei Favoriti

***** Francesco Gavazzi
**** Marco Canola, Giovanni Visconti
*** Juan José Lobato, Kristian Sbaragli, Manuel Belletti
** Amaro Antunes, Pierpaolo Ficara, Alexander Porsev
* Nairo Quintana, David Gaudu, Luca Wackermann, Domenico Pozzovivo, Davide Ballerini

Meteo Previsto Trofeo Matteotti 2018

Per lo più nuvoloso. Possibilità di precipitazioni 32%. Umidità relativa 64%. Vento direzione NE fino a 11 km/h. Temperatura prevista: minima 21°, massima 27°.

Planimetria e Altimetria Trofeo Matteotti 2018

 

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.