© LaPresse

Giro di Sicilia 2021, si corre in autunno con un calendario italiano rivoluzionato?

Nuova data per il Giro di Sicilia 2021? L’ultima corsa di RCS Sport non si svolgerà in primavera, ma potrebbe comunque non essere ancora completamente saltatar pe quest’anno.  Se da settimane c’erano dubbi vista la scarsità di informazioni, è perché l’evento sta vivendo una fase di necessario assestamento dopo quanto successo nel mondo, con gli investimenti della Regione che necessitano anche di essere rivisti per affrontare la situazione complessiva. Non un caso che neanche il Giro d’Italia, malgrado anche per la Corsa Rosa  i fondi fossero stati già stanziati, passerà per la più grande isola italiana quest’anno. Al momento la situazione non è ancora del tutto definita, ma c’è la possibilità che si corra a fine settembre.

Le date tuttavia non sono così semplici e anche l’UCI sta vagliando tutte le cancellazioni e richieste di spostamento prima di dare il suo ok a quello che comunque sarà un calendario più fitto del solito nei prossimi mesi. Se inizialmente si pensava che maggio potesse essere il mese adatto per molti paesi, la situazione potrebbe essere ulteriormente rimandata, creando nuovamente un autunno più intenso. Rispetto all’anno scorso tuttavia non sono i grandissimi eventi WorldTour ad essere spostati, visto che ormai si è capito è possibile organizzarli in sicurezza, quanto piuttosto un discreto numero di eventi Continental, molti dei quali hanno già perso la propria data iniziale.

La situazione della corsa siciliana si accoda a questa serie di eventi, pur non essendovi necessariamente legata a doppio filo. Quel che attualmente appare quasi certo è che non si correrà dal 31 marzo al 3 aprile, mentre la nuova data risulta ancora incerta, con i giorni a cavallo di settembre/ottobre che appaiono quelli più appetibili per il maggior organizzatore italiano. In progetto la possibilità di legare l’evento al Trittico di Autunno, con RCS Sport che diventerebbe così ancor più protagonista del calendario italiano in quel periodo. Bisogna tuttavia comprendere come questo evento potrebbe inserirsi in un contesto che conta già numerose corse nel nostro paese, considerando che una sovrapposizione interna sarebbe fratricida, soprattutto per gli organizzatori minori.

Esiste tuttavia la possibilità che anche questi si spostino, slittando a dopo Il Lombardia, come erano fino a pochi anni, allungando così non di poco una rinnovata stagione italiana che potrebbe trovare anche ulteriori novità. Per la fine di ottobre si spera infatti di poter svolgere il Giro di Sardegna, mentre in precedenza vorrebbe tornare anche il Giro del Veneto, che ha in Filippo Pozzato il suo promotore e organizzatore. Tra le corse coinvolte da questo spostamento potrebbero esserci anche quelle del Trittico Regione Lombardia, oppure quelle organizzate dal GS Emilia, che nelle scorse settimane ha già annunciato due importanti novità nel calendario italiano. Ovviamente, per tutto questo serve il benestare dell’UCI, che in questo periodo ha bisogno di tempo per valutare il quadro d’insieme.


• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *