© Il Giro di Sicilia

Giro di Sicilia 2021, Alejandro Valverde: “Complimenti a Vincenzo. Non l’ho seguito perché pensavo di poter controllare”

Alejandro Valverde non ha troppi rimpianti dopo il secondo posto finale al Giro di Sicilia 2021. Il corridore della Movistar, infatti, dopo aver vinto la tappa di ieri sembrava il favorito per il successo finale, ma quest’oggi si è dovuto arrendere all’idolo di casa Vincenzo Nibali, bravissimo ad andare via sull’ultima salita. Il murciano si è immediatamente complimentato con il vincitore (che a sua volta ha avuto belle parole per lo spagnolo), ammettendo di non aver seguito il suo attacco perché convinto di poterlo controllare, ma allo stesso tempo soddisfatto del risultato ottenuto, visto che solo poco più di un mese fa aveva subito un intervento chirurgico alla spalla.

Congratulazioni a Vincenzo per la vittoria – è stato il primo pensiero dell’ex campione del mondo – Non mi aspettavo che lui e Bardet attaccassero così presto nell’ultima salita, ma era chiaro che avrebbero attaccato. Non sono uscito su Nibali al momento perché pensavo di poterlo controllare, ma è andato su molto bene. Una volta chiaro che non l’avremmo preso, mi sono assicurato che nessuno andasse via per difendere la seconda posizione”.

Infine, il classe  ’80 ha spiegato di non essere stato condizionato troppo dalla caduta di ieri: “Chiaro che una caduta come quella di ieri non aiuta, il corpo ha notato il colpo di secco di ieri, ho un buco nel gomito, ma sto meglio di come mi aspettavo domani dopo la caduta. Questa settimana vuol dire molto per me. Sono felice di essere qui a questo livello dopo l’infortunio e l’operazione alla clavicola. Una tappa e secondo nella generale contro gente come Nibali, Bardet, Covi e altri di alto livello è un risultato di cui essere felici”.


• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *