© RCS

RCS Sport, una condanna per i fondi sottratti, assolto Michele Acquarone

Una sola condanna, per un’ex impiegata amministrativa della società al centro del procedimento, nel processo penale nato da un’indagine della procura di Milano del 2013 per gli ammanchi di denaro da 15 milioni di euro nei conti di Rcs Sport, controllata del gruppo editoriale di proprietà di Urbano Cairo.  A Laura Bertinotti è stata comminata una pena di 8 anni e 8 mesi di reclusione, come riportato dalla Reuters. Assolti, invece, tutti gli altri sei imputati, tra i quali l’ex direttore del Giro d’Italia ed ex direttore operativo di Rcs Sport Michele Acquarone. Per lui la formula è stata duplice: sia per “non aver commesso il fatto” sia perché “il fatto non sussiste”.

Il Tribunale ha condannato la Bertinotti anche a un risarcimento di 30.000 euro per danno non patrimoniale a favore dello stesso Acquarone, disponendo un giudizio civile per il danno patrimoniale sempre a suo favore. È stato, inoltre, deciso un sequestro di 200.000 euro, ai danni della Bertinotti, in favore di Rcs Sport e di 516.000 euro in favore di Milano Marathon, per gli eventuali danni a carico delle due società in attesa che si arrivi a una sentenza definitiva.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.