© Sarah Meyssonier

Vuelta a España 2020, in programma il ritorno sull’Angliru e l’inedita scalata del Moncavillo

Si delinea sempre di più il percorso della Vuelta a España 2020. La presentazione ufficiale del tracciato del GT spagnolo sarà soltanto il prossimo 17 dicembre, ma si sa già da tempo che la grande partenza sarà dai Paesi Bassi, mentre negli ultimi giorni era arrivata l’ufficialità di un arrivo di tappa a Ejea de los Caballeros. Nella giornata odierna sono arrivate ulteriori novità, a riportarle è stato il quotidiano spagnolo Marca, che ha annunciato che la corsa transiterà per due giorni a La Rioja e in uno di questi due giorni ci sarà un arrivo di tappa al Moncavillo, una salita di 4,5 km al 6,5 km, inedita per la corsa.

Una salita che invece in questa corsa è già stata affrontata più volte è l’Angliru, che vanta tra le altre cose il primo e l’ultimo successo alla Vuelta (quello del 2017 fu anche l’ultimo della sua carriera) di una leggenda del ciclismo spagnolo come Alberto Contador, e che stando a quanto riporta Marca, a meno di clamorosi dietrofront, tornerà nell’edizione 2020 della corsa e potrebbe essere una delle montagne decisive.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.