© Sirotti

Vuelta a España 2020, David de la Cruz: “Gli obiettivi di squadra erano successi di tappa e piazzamento nella generale: centrati entrambi”

David de la Cruz traccia un bilancio positivo dalla sua Vuelta a España 2020. Il corridore della UAE Emirates è infatti riuscito a terminare la corsa in settima posizione, bissando il suo miglior piazzamento in carriera nel 2016. Un risultato importante per lo spagnolo (che su questa Vuelta aveva messo il mirino sin dall’inizio della stagione) soprattutto dopo aver lavorato su un infortunio al Tour per aiutare Pogacar. Il classe ’89 ha invece potuto lavorare per se stesso sulle strade di casa, rimanendo a lungo ai margini della top 10 per poi confermarla con la fuga verso l’Alto de la Covatilla (conquistato poi da David Gaudu).

Gli obiettivi della squadra per la Vuelta erano di cercare i successi di tappa e un piazzamento nei quartieri alti della classifica generale: li abbiamo centrati entrambi – ha commentato dopo la tappa conclusiva di Madrid –  Quindi possiamo essere soddisfatti, pur consci che dobbiamo provare a ottenere sempre di più. È stata una Vuelta molto impegnativa, battagliata ogni giorno. Questo risultato mi dà la fiducia necessaria per cercare di migliorarmi nella prossima stagione”.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.