© Sirotti

UAE Tour 2020, Rafal Majka: “L’obiettivo era il podio, ma oggi non avevo le gambe”

Sono mancate le gambe a Rafal Majka nella quinta tappa dello UAE Tour 2020. Partito con l’obiettivo di attaccare il podio di Alexey Lutsenko, il corridore della Bora – Hansgrohe non è riuscito a tenere il ritmo dei migliori sulla salita di Jabel Hafeet, che ha premiato Tadej Pogacar. A differenza del kazako dell’Astana e di David Gaudu, ovvero gli uomini in lotta con lui per il podio, il polacco ha tagliato il traguardo pieno di rimpianti per una gamba che non l’ha supportato a dovere e che l’ha costretto ora a perdere ulteriore terreno, che appare ormai irrecuperabile.

“È stata una giornata difficile – ha dichiarato senza nascondersi – L’obiettivo era il podio, ma purtroppo non avevo le gambe. Quando ho capito di non poter restare con i primi, mi sono concentrato sul non perdere troppo terreno e difendere la mia quinta posizione nella generale. In generale, invece, sono contento delle mie prestazioni allo UAE Tour. Siamo ancora all’inizio della stagione e sono fiducioso per i mesi che verranno”.

Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming
Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.