© Sirotti

Strade Bianche 2020, possibile che si corra senza pubblico: “Quest’anno nulla sarà normale, gli organizzatori dovranno adeguarsi”

La Strade Bianche 2020 potrebbe corrersi a porte chiuse. Esiste la possibilità che la corsa in terra senese, la prima del nuovo calendario WorldTour, in programma il 1 agosto, si possa disputare senza pubblico a porte chiuse. Potrebbe essere questo lo scenario per la ripartenza del ciclismo agonistico in Italia, almeno secondo quanto riferito da uno degli ideatori del nuovo calendario, Tom Van Damme, presidente della Federciclismo belga. Inoltre, la notizia della decisione di annullare quest’anno il Palio di Siena, che si corre tradizionalmente il 2 luglio e il 16 agosto proprio in Piazza del Campo, dove è posto il traguardo della corsa ciclistica, potrebbe far ritenere possibile una soluzione a porte chiuse per la classica toscana.

Potrebbe essere possibile, proprio come se fosse una gara su un circuito chiuso – le parole di Van Damme in un’intervista con Het Laatste Nieuws – Il percorso potrà essere controllato. La premessa è che nulla sarà normale quest’anno. Quindi salviamo ciò che può essere salvato. E facciamo quello che possiamo fare. Gli organizzatori dovranno adeguarsi“.

 


• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *