© Sirotti

Movistar, brutta caduta per Sergio Samitier nel ritiro della nazionale spagnola: “Ora posso fare la decima stagione di The Walking Dead senza nemmeno bisogno di trucco”

Brutta caduta, ma senza gravissime conseguenze per Sergio Samitier. Il neo corridore della Movistar, infatti, ha fatto sapere tramite i social network di essere a casa a recuperare da una caduta nel ritiro della nazionale spagnola che gli è costata vari lividi e bruciori alla schiena, graffi su schiena e spalle e una ferita sulla parte destra del mento, dove gli sono stati applicati anche dei punti di sutura. Il classe ’95 si è detto comunque fortunato di non aver riportato fratture e dopo un paio di giorni di riposo assoluto, ora dovrà sottoporsi soltanto a una radiografia per escludere danni alle costole.

L’ex Euskadi – Murias ha rivelato al Diario de Alto Aragon di aver provato a pedalare sui rulli, ma di essere stato costretto a interrompersi dopo dieci minuti per il troppo dolore, e che negli ultimi giorni ha avuto bisogno di aiuto anche per vestirsi e alzarsi dal letto. Tuttavia, il corridore iberico l’ha presa con filosofia e dopo aver dichiarato che avrebbe preferito l’incornata di un toro da corrida piuttosto che una caduta del genere, dando l’idea del dolore provato si è detto pronto a registrare la decima stagione di Walking Dead senza bisogno di trucco. Facendosi serio, poi, il ventiquattrenne ha ringraziato tutti coloro che gli hanno mandato messaggi di supporto e ringraziato i medici Movistar per come lo stanno curando, dicendosi sicuro di potersi mettere presto in forma, com’era arrivato al ritiro in altura di Altea, e tornare presto alle gare.

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.