© LaPresse

Milano-Sanremo 2021, Filippo Ganna risponde alle polemiche sulla tattica Ineos: “Sono tre giorni che ho l’influenza, le scelte sono state prese di conseguenza”

Filippo Ganna non ci sta e risponde alle critiche sulla tattica della sua squadra alla Milano-Sanremo 2021. Sono in molti (noi compresi), infatti, ad aver sollevato più di un dubbio sul modo di correre della Ineos Grenadiers nella Classicissima, che sia nella seconda metà della Cipressa (con Luke Rowe), sia sul Poggio (con lo stesso campione del mondo a cronometro) ha imposto un’alta andatura in gruppo, non permettendo a nessuno di scattare. In particolare, è stato criticato il modo in cui è stato utilizzato proprio Ganna, che era parso in ottima forma e che è stato sacrificato nel tentativo di agevolare i capitani del team, Michal Kwiatkowski e Tom Pidcock, che alla fine non sono però riusciti a fare la differenza e hanno chiuso rispettivamente al diciassettesimo e al quindicesimo posto.

Attraverso un post su Instagram, quindi, l’iridato delle prove contro il tempo spiega il perché di quella scelta: “Sono tre giorni che finita la Tirreno-Adriatico mi porto dietro un po’ di influenza, (PCR negativo, niente allarmismi!), le scelte di oggi per la Milano-Sanremo sono state prese di conseguenza. Quindi, gentilmente, non facciamo tutti i direttori sportivi di turno con tanti ma e se. Detto questo, grazie e ci vediamo alla prossima”.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Filippo Ganna (@gannafilippo)

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *