Giro dei Paesi Baschi 2020, la corsa è appesa a un filo: “Siamo al lavoro, ma la situazione peggiora di giorno in giorno”

Il Giro dei Paesi Baschi 2020 sembra sempre più vicino, quantomeno, a uno spostamento. L’emergenza Coronavirus, che ha ormai colpito tutto il mondo, non ha risparmiato la Spagna, che ha già visto saltare la Volta a Catalunya 2020. E anche gli organizzatori di Itzulia – corsa a tappe che sarebbe in programma fra il 6 e l’11 aprile – sono di fronte a uno scenario in continuo peggioramento, ora che le misure restrittive per il contenimento di quella che è diventata una pandemia sono estremamente diffuse. Gli organizzatori della corsa basca non si sono arresi, ma il panorama è decisamente cupo.

“Le cose non sembrano mettersi bene – le parole di Julián Eraso, il capo dell’organizzazione, riportate da Zikloland – Stiamo lavorando per far sì che la corsa si faccia, ma ogni giorno con meno entusiasmo e speranza. Non possiamo certo pensare di chiedere alle persone di non essere all’inizio o alla fine delle tappe, o di non stare vicino ai corridori. Questo non è ciclismo, è fantascienza. E distorcerebbe completamente la gara”. Parole che non contemplano quindi la possibilità di svolgere la corsa “a porte chiuse”, come successo alla Parigi-Nizza 2020.

Il calendario World Tour è quindi vicino a perdere un altro pezzo significativo: “I provvedimenti (in Spagna è stato dichiarato lo stato di emergenza nazionale – ndr) hanno una scadenza e al momento non abbiamo ricevuto alcuna nota contro il fatto che si possa correre, ma le cose continuano ad accadere e ci rendiamo conto che non possa esserci una soluzione positiva. In Europa tutto il ciclismo fino alla fine di marzo è sospeso, comprese le classiche del nord: i prossimi sulla lista siamo noi”, sottolinea Eraso.

Possibilità di spostamento in là nel tempo? “Chiederemo un’altra data, ma sarà dura perché il calendario non ha buchi, indipendentemente dal fatto che siano corse World Tour o meno. Non vediamo ‘buchi’ fino alla fine di ottobre. Potremmo entrare in una data di una corsa di un giorno, ma saremmo in fila. Come si sceglie chi far correre e chi no? Nel caso il Giro dei Paesi Baschi sia sospeso, il che è molto probabile, la cosa più semplice sarebbe spostare l’Itzulia 2020 al 2020, con la gara che si svolgerebbe con le stesse tappe”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Rispondi

Back to top button