Freccia Vallone 2018, Vanendert: “Ci ho provato, ma Alaphilippe e Valverde erano troppo forti”

Ritorno al passato per Jelle Vanendert. Dopo alcuni anni difficili per via di diversi infortuni il belga si è ben comportato alla Freccia Vallone 2018,  centrando il terzo posto dietro a Julian Alaphilippe (QuickStep-Floors) e Alejandro Valverde (Movistar). Il portacolori della Lotto Soudal conferma così di esser in ottima condizione dopo alcune buone prove nelle ultime settimane. Bilancio quindi molto positivo per il corridore di Neerpelt, così come commenta dopo la premiazione sul podio: “Sono molto felice di esser arrivato terzo. Questa è la settimana con le mie corse preferite e quindi sono molto contento. Inizialmente il nostro capitano era Wellens con io e Benoot che dovevamo aiutarlo nel finale. Per questo ho tirato a lungo in salita e quando a 200 metri dal traguardo mi sono voltato ho visto che Wellens non c’era. Ci ho provato, ma Alaphilippe e Valverde erano troppo forti“.

“Ho affrontato il Muro di Huy come volevo, con il mio ritmo – aggiunge Vanendert – Ho risparmiato un po’ di energie fino all’ultima curva a destra e poi ho spinto al massimo . Forse le cose potevano andare diversamente se mi fossi portato in testa 100 o 200 metri dopo, ma non credo sarebbe cambiato molto”.

 

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.