© Sirotti

Deceuninck-Quick Step, Stybar: “Nel 2018 mi è mancata la grande vittoria, siamo forti anche senza Terpstra”

Tanti piazzamenti, nessun successo per Zdenek Stybar in questo 2018. Il corridore della Deceuninck-Quick Step, una delle punte della sua formazione per quanto riguarda le classiche, è stato fondamentale nel gioco di squadra per portare ai successi ottenuti da Niki Terpstra al Giro delle Fiandre 2018 e Yves Lampaert alla Dwars Door Vlaanderen 2018. Nel complesso il ceco è arrivato sempre nei dieci nelle corse da un giorno adatte alle sue caratteristiche, senza mai trovare l’acuto per il podio o un piazzamento tra i primi cinque. Il suo ultimo successo risale ormai al lontano 2015, quando sorprese tutti con un’azione imponente alle Strade Bianche.

Il vincitore di una tappa al Tour de France 2015 ha fatto un breve bilancio della propria stagione: “Quest’anno non è stato male, in effetti mi è mancata la grande vittoria. In ogni caso nelle migliori classiche sono finito sempre ogni volta tra i primi dieci. La partenza di Terpstra non cambia le nostre tattiche. Anche quando Tom Boonen correva ancora con noi eravamo un gruppo ampio e molto forte, in cui ognuno aveva la sua possibilità. Ora non sarà diverso”.

Stybar ha poi indicato le corse su cui punterà per la prossima stagione, contando sulle sue caratteristiche di uomo da classica: “I miei obiettivi principali saranno il Giro delle Fiandre e la Parigi-Roubaix, con preferenza alla classica francese, dove ho ottenuto i risultati migliori”. Le stesse corse sono nel mirino di Yves Lampaert, che potrebbe avere un ruolo di maggiore peso dopo la partenza di Niki Terpstra. Senza dimenticare, naturalmente, il ruolo di Philippe Gilbert.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.