© Team Ineos

Spagna, consentito l’ingresso dei ciclisti non europei dal 4 luglio

I ciclisti provenienti dai Paesi extraeuropei saranno ammessi in Spagna a partire da domani. È questa la novità principale del decreto firmato dal Ministro degli Interni del governo spagnolo, Fernando Great che, nonostante confermi il divieto di ingresso ai cittadini non appartenenti ai 15 Stati extra-UE già indicati dall’Unione Europea, ammette tra le eccezioni “lavoratori altamente qualificati il ​​cui lavoro è necessario e non può essere rinviato o svolto a distanza, compresi quelli che partecipano a eventi sportivi di alto livello che si svolgono in Spagna. Queste circostanze devono essere documentate e giustificate”.

Il provvedimento riguarda, ovviamente, solo le competizioni previste sul territorio iberico, dunque, poi gli altri Stati europei dovranno chiarire le proprie regole per quanto riguarda l’ingresso dei corridori. Il problema si era posto per quanto riguarda l’ingresso in Europa soprattutto dei ciclisti colombiani, per i quali è previsto un volo che arriverà il prossimo 19 luglio, proprio a Madrid. Anche il vincitore dell’ultimo Giro d’Italia, l’ecuadoriano Richard Carapaz, risulta essere tra gli atleti attualmente bloccati nel proprio Paese.

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.