Borracce, UCI ammorbidisce la regola: niente più squalifica alla prima infrazione

Continua a tenere banco la questione delle borracce. Il caso, esploso di fatto dopo la squalifica inflitta a Michael Schär (Ag2r Citroen) al Giro delle Fiandre 2021, vede aggiungersi giorno dopo giorno voci a favore di un ridimensionamento delle sanzioni in merito. Oltre a quelle interne al gruppo, come quelle di Jan Bakelants che non aveva esitato ad accusare l’UCI di voler riempire le proprie casse grazie alle multe derivanti da questa norma, sono arrivate anche quelle di ACCPI, CPA e l’AIGCP. Oggi si è riunito, alla presenza di tutte le associazioni di categoria, il Professional Cycling Council dell’UCI.

Nonostante sia stata ribadito il “sostegno al piano di sicurezza adottato dal Comitato Direttivo dell’UCI il 4 febbraio, e in particolare per le misure riguardanti lo scarto di borracce e rifiuti”, il PCC si è dichiarato favorevole “ad un adeguamento delle sanzioni legate alle nuove regole“. Secondo quanto deliberato, “resta vietato gettare bottiglie e rifiuti al di fuori delle zone dedicate messe a disposizione dall’organizzatore a tal fine. I corridori hanno comunque la possibilità di disfarsi delle proprie bottiglie e dei propri rifiuti consegnandoli agli assistenti di squadra posizionati sul ciglio della strada, addetti al rifornimento, e ai seguenti veicoli delle squadre e degli organizzatori”.

Viene quindi confermato il divieto di lanciare le bottiglie al pubblico, in quanto pericoloso anche per i corridori: L’UCI vuole evitare che i fan, in particolare i bambini, provino ad avvicinarsi ai corridori durante le gare, per evitare incidenti con conseguenze potenzialmente drammatiche”.

Il lancio di bottiglie e rifiuti al di fuori delle zone dedicate a questo scopo sarà ora sanzionato come segue:

NELLE GARE DI UN GIORNO: la prima infrazione sarà punita con una multa e una detrazione di punti UCI (rispettivamente da 100 a 500 franchi svizzeri e da 5 a 25 punti a seconda della classe dell’evento), mentre una seconda infrazione si tradurrà nella squalifica del corridore incriminato. In precedenza, il regolamento prevedeva una multa, detrazione di punti UCI e squalifica immediata dalla prima violazione.

NELLE CORSE A TAPPE: la prima infrazione sarà punita con una multa e una detrazione di punti UCI (rispettivamente da 100 a 500 franchi svizzeri e da 5 a 25 punti a seconda della classe della manifestazione). La seconda infrazione comporterà una penalità di tempo (1 minuto) e la terza la squalifica. In precedenza, il regolamento prevedeva una multa, detrazione di punti UCI e una penalità di 30 secondi per la prima infrazione, una penalità di 2 minuti per la seconda infrazione e la squalifica per la terza.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.