©BettiniPhoto

Astana, Alexey Lutsenko è pronto a ripartire: “Guardo alla Strade Bianche, sarà una stagione molto divertente”

Nelle prime settimane agonistiche del 2020 era stato fra i corridori più brillanti. Alexey Lutsenko era stato protagonista sia al Tour de La Provence (terzo nella generale e tre volte sul podio di giornata, su 4 tappe) che al UAE Tour, prima che questo venisse interrotto a causa dei primi problemi dovuti all’insorgere del Covid-19 (terzo nella classifica finale e protagonista in entrambi gli arrivi in salita della breve corsa a tappe).  Il kazako ha poi dovuto interrompere, come tutti i colleghi, il suo cammino stagionale, ma ora scalpita in vista della ripresa delle gare. E dallo scorso lunedì 11 maggio la stella dell’Astana ha potuto tornare ad allenarsi all’aperto.

“Poter uscire e pedalare mi ha messo le ali. Per la prima mezz’ora mi sentivo un po’ strano: ero abituato a una bici immobile e all’improvviso mi sono ritrovato a dividere una strada con le automobili e ad affrontare dossi e curve – le parole di Lutsenko, che ha passato il periodo di confinamento in Francia – Ma ci ho messo poco a ritrovare le mie abilità di guida. Ora punto a essere al massimo della forma per il mese di agosto”.

Il campione kazako racconta anche gli allenamenti “alternativi” fatti durante la quarantena: “In tempi normali, sono un frequentatore abituale della palestra della città in cui vivo. Durante l’isolamento, riempivo uno zaino di bottiglie d’acqua e con alcuni libri, finché non arrivava a pesare 15 chili. Lo indossavo e facevo le scale: quattro volte su e giù per un palazzo di 19 piani è una buona alternativa rispetto agli allenamenti di forza con i pesi. Poi – rivela Lutsenko – non sono stato molto a guardare sul mio peso: in un periodo del genere sarebbe stata una minaccia per la salute mentale”.

Il punto sui programmi stagionali? “Peccato che siano saltati i Giochi di Tokyo 2020, che avevano un posto speciale nel mio cuore e nella mia testa. Ma non c’erano proprio alternative a quella decisione. Dal punto di vista degli obiettivi, a parte le Olimpiadi, i miei programmi non sono cambiati granché: ripartirò con la Strade Bianche, poi farò la Milano-Sanremo e poi a tutta verso il Tour de France. Penso che sarà una stagione molto divertente, mi aspetto tante corse spettacolari, visto che noi corridori avremo poco tempo a disposizione per mostrare il nostro valore. Spero che questo fattore attragga ancora di più il pubblico”.

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.