AG2R Citroën, Vincent Lavenu soddisfatto: “È stata una stagione incantevole”

Bilancio positivo per la AG2R Citroën. Arrivati alla fine della stagione, il team manager Vincent Lavenu ha voluto tracciare una valutazione complessiva dell’annata 2021 affrontata dalla propria squadra. La formazione francese ha chiuso la stagione in maniera soddisfacente, conquistando nel complesso dodici vittorie. Tra queste fanno sicuramente spicco le tre affermazioni in tappe dei tre grandi giri ottenute per mano di Andrea Vendrame al Giro d’Italia, Ben O’Connor al Tour de France e Clément Champoussin alla Vuelta a España. A confermare la buona annata del team transalpino c’è anche il ranking mondiale, nel quale la squadra ha chiuso all’ottavo posto.

“La AG2R Citroën ha corso un’incantevole stagione 2021 – ha commentato Lavenu – anche se l’essenza delle competizione è di volere sempre di più. Ci siamo tolti grandi soddisfazioni, in particolare vincendo una tappa in ognuno dei grandi giri, dapprima con Andrea Vendrame al Giro d’Italia, poi con la tappa e lo splendido quarto posto in classifica generale di Ben O’Connor al Tour de France e infine con Clément Champoussin alla Vuelta a España. Ho anche apprezzato Benoit Cosnefroy che ha vinto la Bretagne Classic davanti al campione del mondo Julian Alaphilippe, così come l’emergente Dorian Godon che ha ottenuto tre vittorie e la classifica generale della Coppa di Francia”.

Il team manager non si è però voluto soffermare solamente sulle vittorie di maggior spessore, ma ha voluto ricordare anche gli altri trionfi dei propri corridori: “Anche la vittoria della classifica dei Gran Premi della Montagna al Giro d’Italia da parte di Geoffrey Bouchard è un momento da ricordare. Inoltre, possiamo riconoscere di avere avuto una stagione davvero consistente: abbiamo vinto la nostra prima gara con Aurélien Paret-Peintre al GP La Marseillaise e l’ultima con Stan Dewulf, un corridore davvero promettente, alla Boucles de l’Aulne. Abbiamo fatto un grande sforzo nel correre le classiche e, anche se avremmo sperato in risultati migliori, il terzo posto di Greg Van Avermaet al Giro delle Fiandre  è stato una grande soddisfazione. Ci è solo mancata la vittoria di una classica monumento, che era uno degli obiettivi dichiarati”.

Il bilancio generale è dunque positivo, con Lavenu che non ha esitato a prospettare un 2022 altrettanto ambizioso: “Alla fine abbiamo chiuso all’ottavo posto del ranking mondiale. Questa è una prova della consistenza ad alti livelli nel corso della stagione. Siamo ambiziosi anche per la stagione 2022, con un’ossatura di squadra stabile che può contare su forti leader e giovani talenti che speriamo possano esplodere. Puntiamo sempre più sul nostro programma giovanile, con il team Under 19 che alimenta il team Under 23, il quale a sua volta porta i migliori corridori a entrare nel gruppo dei professionisti. Questo è un vero riconoscimento per il lavoro svolto su tutti i livelli”.


• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *