© Vincent Curutchet / AG2R LA MONDIALE

Bilancio Squadre 2021: Ag2r Citroën

Ottima annata per la Ag2r Citroën. La compagine transalpina ha ottenuto 12 vittorie stagionali, superando dunque di gran lunga il bottino di cinque dello scorso anno (quando però la stagione era stata condizionata dalla pandemia), ma soprattutto è riuscita a vincere una tappa in ogni GT. Inoltre, il team francese ha lottato anche per la generale del Tour de France, chiudendo con un ottimo quarto posto la corsa su cui ovviamente la squadra punta di più. In generale, sulle strade di casa, il team di Vincent Lavenu si è ben disimpegnato per tutta la stagione, tanto da arrivare a vincere la Coppa di Francia, sia nelle classifiche individuali che in quelle di squadra. La bella notizia è che tutti i successi sono arrivati da corridori giovani o giovanissimi, il che vuol dire però, di contro, che i corridori più esperti del team non sono stati all’altezza delle aspettative.

Cosa ha funzionato

Il momento più bello dell’anno è stato sicuramente quello regalato da Ben O’Connor, vincitore della nona tappa del Tour de France. Dopo essersi inserito nella fuga, l’australiano, che era al primo anno in questo team dopo aver concluso in crescendo la scorsa stagione, si libera uno dopo l’altro di tutti gli avversari, arrivando con un vantaggio enorme anche sul gruppo; un successo che gli permettere di risalire la classifica fino alla seconda posizione. Il sogno podio dura solo qualche giorno, ma il classe 1995 resta nelle zone alta della classifica con tenacia e il quarto posto finale è un risultato per il quale probabilmente la squadra avrebbe messo la firma alla partenza.

Prima del Tour, c’era già stato il Giro d’Italia, con un altro successo arrivato grazie a una fuga, questa volta con Andrea Vendrame, bravo a battere Chris Hamilton sul traguardo di Bagno di Romagna. Il veneto ha compiuto un ulteriore step di crescita questa stagione, confermandosi corridore veloce, ma soprattutto resistente e in grado di far risultati in gare più mosse, come dimostra la sua vittoria nella prima tappa della Route d’Occitanie, ma anche i piazzamenti vari fra Giro di Polonia, Classic Grand Besançon Doubs e Giro del Lussemburgo.

L’altra vittoria in un GT è quella splendida di Clément Champoussin alla Vuelta a España, in una tappa in cui dopo essersi staccato rimonta da dietro e scatta in faccia ai big, lasciandoli tutti sul posto. Un successo che potrebbe significare il momento del salto di qualità del francese che fino a quel momento aveva già ottenuto un terzo e un quinto posto di tappa nel corso del GT iberico e che chiude la stagione con dodici top 10, che sembrano confermare quanto di buono si diceva di lui quando correva negli U23.

Le altre vittorie sono arrivate tutte sulle strade di casa, a partire da quella di gennaio di Aurélien Paret-Peintre, vincitore addirittura della corsa di apertura in volata del GP La Marseillaise, fino a quella di Stan Dewulf alla Boucles de l’Aulne di ottobre. Il 25enne corridore, già al terzo anno da professionista, si è poi ben disimpegnato nelle brevi corse a tappe, entrando in top ten alla Parigi-Nizza, ed è stato fondamentale in appoggio a O’Connor al Tour de France, a sua volta concluso in un’ottima quindicesima posizione. Si è portato a casa anche dei discreti piazzamenti nelle Ardenne, a dimostrazione di un futuro prossimo sempre più solido.

Oltre a Vendrame, però gli unici ad avere ottenuto più di una vittoria sono Benoît Cosnefroy Dorian Godon, entrambi arrivati fino a quota tre. Il primo ha salvato nel finale una stagione di grandi aspettative partita piuttosto male, vincendo, tra le altre, una classica WorldTour come la Bretagne Classic e ottenendo piazzamenti sparsi, tra cui spicca il terzo posto agli Europei, mentre per il secondo si tratta di un’ulteriore stagione di crescita e di conferma delle sue qualità, certificata anche dalla bella soddisfazione della vittoria della Coppa di Francia, combattuta sino all’ultima corsa.

Cosa non ha funzionato

Gli uomini esperti del team non sono riusciti a mantenersi sul livello dei più giovani. Greg Van Avermaet aveva illuso di poter essere l’uomo di punta per le Classiche con il terzo posto al Giro delle Fiandre, ma da quel momento il belga si spegne, ottenendo come migliori risultati dei miseri ottavi posti (per uno con le sue qualità) alla Paris-Camembert e in una tappa del Benelux Tour, mettendoci di mezzo un Tour vissuto nell’anonimato, non senza problemi fisici. Il cambio di maglia non ha dato quello spunto in più sperato e a questo punto la prossima stagione sarà decisiva per capire se questa sia stata solo un’annata storta oppure l’età cominci a farsi sentire non permettendo più al vincitore dei Giochi di Rio di replicare le performance degli anni migliori.

Il belga non ha avuto nemmeno grandissimi problemi fisici, come accaduto all’altro nuovo arrivo Bob Jungels, di fatto ingiudicabile per tutto il tempo che ha dovuto passare ai box. Male invece anche il connazionale Oliver Naesen, che ormai non solo non sembra più in grado di vincere, ma fa fatica anche a piazzarsi (tre top 10 in stagione, di cui una sola WorldTour, e nessun podio). A digiuno di vittorie ormai da oltre due anni, lui ha individuato nel lungo lockdown il principale motivo delle sue difficoltà, con il 2022 che potrebbe dunque rappresentare l’occasione giusta per il riscatto.

Un passo indietro anche per Nans Peters: a inizio stagione dichiarava che “l’obiettivo è alzare le braccia al cielo quante più volte possibile”, ma chiude l’anno a quota zero successi, con il ritiro dal Tour dopo sole nove frazioni che pesa come un macigno sulla sua stagione priva anche di top 10.  Pochi i risultati di rilievo anche per Clément Venturini, che da velocista completa tutta la Vuelta senza mai entrare nemmeno in top 10 e in generale non brilla per tutta la stagione, con l’unico risultato di rilievo rappresentato dal terzo posto nella frazione inaugurale del Giro del Delfinato. Più sfortunato invece l’altro uomo veloce del team, Marc Sarreau, piazzato più volte del connazionale, ma anche a lui a secco di vittorie, condizionato da qualche acciacco e qualche caduta di troppo, che l’hanno portato a chiudere la sua stagione a fine agosto.

Top/Flop

+++ Ben O’Connor
++ Andrea Vendrame
+ Dorian Godon
– Clément Venturini
— Oliver Naesen
— Greg Van Avermaet

Miglior Momento

Le tre vittorie di tappa nei GT sono i tre momenti più importanti, con quello del Tour un gradino sopra agli altri, visto che per la compagine transalpina si tratta anche della corsa di casa. Il successo di Ben O’Connor nell’ottava tappa della Grande Boucle  ha permesso anche di sognare per qualche giorno il podio, che manca dal terzo posto di Romain Bardet nel 2017. Il modo in cui l’ex NTT ha dominato però la tappa dopo essere andato in fuga, rifilando cinque minuti a Mattia Cattaneo, secondo di giornata, lascia intendere le capacità di un corridore sul quale il team potrà sicuramente puntare fortemente in futuro.

Migliori Risultati

Vittorie
17/10/2021 BEL DEWULF Stan 1.1 Fra Boucles de l’Aulne – Châteaulin
5/09/2021 FRA GODON Dorian 1.1 Fra Tour du Doubs
4/09/2021 FRA CHAMPOUSSIN Clément GT2s Esp Vuelta a España, Stage 20 : Sanxenxo – Castro de Herville
4/09/2021 FRA COSNEFROY Benoît 1.1 Fra Tour du Jura
29/08/2021 FRA COSNEFROY Benoît 1.WT2 Fra Bretagne Classic – Ouest-France
18/08/2021 FRA GODON Dorian 2.1s Fra Tour du Limousin, Stage 2 : Agonac – Payzac
4/07/2021 AUS O’CONNOR Ben GT1s Fra Tour de France, Stage 9 : Cluses – Tignes
15/06/2021 FRA GODON Dorian 1.1 Fra Paris – Camembert
10/06/2021 ITA VENDRAME Andrea 2.1s Fra Route d’Occitanie, Stage 1 : Cazouls-les-Béziers – Lacaune-les-Bains
22/05/2021 FRA COSNEFROY Benoît 1.1 Fra Tour du Finistère
20/05/2021 ITA VENDRAME Andrea GT2s Ita Giro d’Italia, Stage 12 : Siena – Bagno di Romagna
31/01/2021 FRA PARET-PEINTRE Aurélien 1.1 Fra GP La Marseillaise
Totale: 12
Secondi Posti
16/09/2021 FRA COSNEFROY Benoît 2.PSs Lux Tour de Luxembourg, Stage 3 : Mondorf-les-Bains – Mamer
3/09/2021 ITA VENDRAME Andrea 1.1 Fra Classic Grand Besançon Doubs
17/08/2021 FRA GODON Dorian 2.1s Fra Tour du Limousin, Stage 1 : Isle – Sainte-Feyre
15/08/2021 FRA COSNEFROY Benoît 1.1 Fra Polynormande
24/07/2021 BEL DEWULF Stan 2.PS Bel Tour de Wallonie
22/07/2021 BEL DEWULF Stan 2.PSs Bel Tour de Wallonie, Stage 3 : Signal de Botrange – Erezée
24/05/2021 FRA PARET-PEINTRE Aurélien 1.1 Fra Mercan’Tour Classic Alpes-Maritimes
13/05/2021 FRA SARREAU Marc 1.1 Bel Circuit de Wallonie
1/05/2021 AUS O’CONNOR Ben 2.WT1s Sui Tour de Romandie, Stage 4 : Sion – Thyon
27/02/2021 FRA CHAMPOUSSIN Clément 1.PS Fra Ardèche Classic
19/02/2021 BEL VAN AVERMAET Greg 2.1s Fra Tour des Alpes-Maritimes et du Var, Stage 1 : Biot – Gourdon
Totale: 11
Terzi Posti
2/10/2021 FRA GODON Dorian 1.1 Fra Classic Loire Atlantique
24/08/2021 FRA SARREAU Marc 2.1s Fra Tour Poitou-Charentes en Nouvelle Aquitaine, Stage 1 : Pons – Parthenay
24/08/2021 FRA CHAMPOUSSIN Clément GT2s Esp Vuelta a España, Stage 10 : Roquetas de Mar – Rincon de la Victoria
12/08/2021 ITA VENDRAME Andrea 2.WT2s Pol Tour de Pologne, Stage 4 : Tarnow – Bukinova Resort
20/06/2021 FRA TOUZE Damien NC1 Fra National Championships France (Epinal) R.R.
15/06/2021 FRA BOUCHARD Geoffrey 1.1 Fra Paris – Camembert
13/06/2021 FRA GALLOPIN Tony 2.1s Fra Route d’Occitanie, Stage 4 : Lavelanet – Duilhac-sous-Peyrepertuse
30/05/2021 FRA VENTURINI Clément 2.WT1s Fra Critérium du Dauphiné, Stage 1 : Issoire – Issoire
4/04/2021 FRA SARREAU Marc 1.1 Fra La Roue Tourangelle
4/04/2021 BEL VAN AVERMAET Greg 1.WT1 Bel Ronde van Vlaanderen
21/02/2021 AUS O’CONNOR Ben 2.1s Fra Tour des Alpes-Maritimes et du Var, Stage 3 : Blausasc – Blausasc
Totale: 11


• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *