© Sirotti

Vuelta a España 2018, Top/Flop del giorno

La nostra rubrica che, tra il serio ed il faceto, traccia il bilancio della giornata appena conclusasi alla Vuelta a España 2018.

TOP

Simon Clarke (EF-Drapac): Perfetto nella gestione dei tempi e nella volata finale, conquista la sua prima tappa in carriera alla Vuelta a España imponendosi anche su corridori più quotati di lui. Si muove sempre al momento giusto e nel modo migliore, in una giornata di difficile interpretazione. Riuscire a mettere nel sacco due corridori esperti e di qualità come Mollema e De Marchi non è da tutti.

Rudy Molard (Groupama-FDJ): Il francese riesce a infilarsi nella fuga giusta e mostra una buona condizione, riuscendo a tenere il più possibile e a conquistare un’insperata maglia rossa. La vittoria di tappa gli sfugge, ma quando capisce che può puntare a qualcosa di più importante corre per vestire il simbolo del primato, a conferma della sua enorme crescita in questa stagione. Pronto.

Alessandro De Marchi (BMC): Si muove molto presto, provando ad anticipare gli altri fuggitivi. Anche quando viene ripreso, dimostra un’ottima gamba e riesce a entrare nell’azione buona. Gli mancano le forze e lo spunto per competere con Clarke e Mollema allo sprint, ma può essere soddisfatto della sua giornata. Forse con una maggiore accortezza tattica avrebbe fatto il colpaccio. Generoso.

FLOP

Team Sky: Dopo aver rischiato nella giornata di ieri, regalano la maglia rossa che era piuttosto saldamente sulle spalle di Kwiatkowski in una tappa sulla carta non troppo pericolosa per il polacco. Di solito i britannici sono perfetti nella gestione della corsa, ma oggi si lasciano sfuggire il primato in un giorno non impossibile da controllare. Probabilmente la scelta è consapevole, ma con un leader che non è tra i favoritissimi della corsa forse valeva la pena, anche per rispetto, lottare per tenere il simbolo del primato il più a lungo possibile. Insufficienti (e anche un po’ irrispettosi).

Andrey Amador: Su un terreno ideale alle sue caratteristiche, soprattutto con la discesa e la pianura verso il traguardo dove far valere la sua potenza, il costaricense si fa invece sorprendere, sbagliando i tempi e spendendo tanto nei momenti sbagliati. Poteva essere la sua giornata di gloria in una corsa in cui avrà poco spazio, ma oggi sembra averla sprecata.

LottoNL-Jumbo: Anche oggi sembrano non riuscire a far valere il proprio peso sino in fondo. La presenza di due uomini in fuga, apparsi in questi giorni entrambi pimpanti, potrebbe garantirgli migliore sorte, invece De Tier rimane con le pive nel sacco sbagliando i tempi, mentre l’emergente Kuss paga forse lo sforzo di ieri rimanendo quasi anonimo in un gruppo in cui invece, viste le qualità evidenziate negli ultimi tempi, sembrava essere uno di quelli in grado di fare la differenza.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.