© ASO/Broadway

Giro del Delfinato 2021, la classifica big: Richie Porte conquista la corsa davanti a Lutsenko e Thomas

Il Giro del Delfinato 2021 è iniziato già con qualche piccola sorpresa tra i capitani nella classifica big. Come di consueto per le corse World Tour più importanti, vi proponiamo una graduatoria che tenga conto dei distacchi accumulati da quei corridori inizialmente considerati come papabili protagonisti della competizione, per avere immediatamente sott’occhio chi è riuscito a rispecchiare le aspettative e chi invece ha accusato un passivo pesante, cambiando quindi le sue prospettive per la settimana. Tra cadute, problemi meccanici, forature o semplici giornate storte sono diverse le motivazioni che possono portare i leader più attesi alla vigilia a finire lontano dalle posizioni migliori.

Nella prima tappa, la fuga vincente di Brent Van Moer (Lotto Soudal) mette nel sacco i velocisti ma non crea troppi problemi agli uomini di classifica, che giungono quasi tutti insieme a 25″ (più 11″ di abbuoni vari) dal vincitore. L’unico a pagare davvero dazio è Brandon McNulty (UAE Team Emirates), fermato da un problema meccanico a una ventina di chilometri dal traguardo. Lo statunitense paga lo sforzo per rientrare in gruppo e si stacca sulla penultima salita, accusando già un passivo di 4’11” dagli altri favoriti.

Cambia il leader dopo la seconda tappa con Lukas Pöstlberger (Bora-hansgrohe) che, grazie al suo successo, indossa anche la Maglia Gialla. Mentre tra i big da segnalare i 3’25” persi da Chris Froome (Israel Start-Up Nation), Warren Barguil (Arkea-Samsic) e Tim Wellens (Lotto Soudal) che escono di classifica. Ancora più pesante il distacco di Jonas Vingegaard (Jumbo-Visma) che arriva al traguardo a 8’56”. Nessuna variazione al termine della giornata successiva con Lukas Pöstlberger che conserva la leadership per soli due secondi nei confronti di Sonny Colbrelli, vincitore di giornata.

La quarta frazione, una cronometro di 16,4 chilometri vinta da Alexey Lutsenko (Astana-Premier Tech), fa segnare i primi distacchi tra i big della generale, seppur ancora abbastanza contenuti. Il migliore degli uomini di classifica al termine della giornata è Ion Izagirre (Astana-Premier Tech), seguito a pochi secondi da molti dei favoriti al successo finale, mentre pagano più di un minuto dallo spagnolo Alejandro Valverde ed Enric Mas (Movistar), Nairo Quintana (Arkea-Samsic), Guillaume Martin (Cofidis) e Fabio Aru (Qhubeka Assos). Anche al termine della quinta tappa Lukas Pöstlberger riesce a mantenere la Maglia Gialla, conservando il secondo di vantaggio nei confronti di Alexey Lutsenko. Mentre Geraint Thomas, grazie al suo successo, guadagna i 10″ di abbuono.

La prima tappa di montagna, seppur ancora molto leggera, vede Lukas Postlberger perdere il simbolo del primato a vantaggio di Alexey Lutsenko (Astana-PremierTech), capace di reggere bene il ritmo in un finale in cui i big si sono assestati i primi colpi, ma senza conseguenze. A guadagnare qualche secondo, grazie agli abbuoni, sono così il vincitore di tappa Alejandro Valverde (Movistar) e Tao Geoghegan Hart (Ineos-Grenadiers) e Patrick Konrad (Bora-hansgrohe), che lo hanno seguito sul podio di giornata. Leggero ritardo per Fabio Aru (Qhubeka-Assos), che al traguardo paga 25 secondi, mentre nuovamente Chris Froome (Israel Start-Up Nation) non regge il ritmo e accusa un ritardo di 2’43”.

La tappa regina stravolge ulteriormente la situazione: Richie Porte (Ineos-Grenadiers), secondo di giornata, guadagna su tutti i rivali e diventa maglia gialla, mentre Alexey Lutsenko (Astana-Premier Tech) si difende e si piazza a 17″ dal tasmaniano. Poco più indietro Geraint Thomas (Ineos-Grenadiers), meno brillante delle attese, al contrario di Miguel Angel Lopez (Movistar) e David Gaudu (Groupama-FDJ). Giornata storta invece per Steven Kruijswijk (Jumbo-Visma) e Nairo Quintana (Arkea-Samsic), attardati su un terreno a loro favorevole, e soprattutto per Guillaume Martin (Cofidis), che si stacca troppo presto ed esce di classifica. La giornata conclusiva della corsa non provoca invece grandi stravolgimenti in classifica, che vede solamente Aurelien Paret-Peintre (Ag2r Citroen) uscire dalla top ten per fare posto a Tao Geoghegan Hart (Ineos Grenadiers), mentre Porte conquista la corsa con 17″ di vantaggio di Lutsenko e 29″ sul compagno di squadra Thomas.

Classifica Big Giro del Delfinato 2021

1  RICHIE PORTE INEOS GRENADIERS 29H 37′ 05”
2  ALEXEY LUTSENKO ASTANA – PREMIER TECH + 00H 00′ 17”
3  GERAINT THOMAS INEOS GRENADIERS + 00H 00′ 29”
4  WILCO KELDERMAN BORA – HANSGROHE + 00H 00′ 33”
5  JACK HAIG BAHRAIN VICTORIOUS + 00H 00′ 34”
6  MIGUEL ANGEL LOPEZ MOVISTAR TEAM + 00H 00′ 38”
7  ION IZAGUIRRE INSAUSTI ASTANA – PREMIER TECH + 00H 00′ 38”
8  BEN O’CONNOR AG2R CITROËN TEAM + 00H 00′ 47”
9  DAVID GAUDU GROUPAMA – FDJ + 00H 01′ 12”
10  TAO GEOGHEGAN HART INEOS GRENADIERS + 00H 01′ 57”
11  ENRIC MAS MOVISTAR TEAM + 00H 02′ 08”
12  PATRICK KONRAD BORA – HANSGROHE + 00H 02′ 10”
13  AURÉLIEN PARET PEINTRE AG2R CITROËN TEAM + 00H 03′ 11”
14  ALEJANDRO VALVERDE MOVISTAR TEAM + 00H 03′ 18”
15  STEVEN KRUIJSWIJK JUMBO – VISMA + 00H 03′ 29”
17  LOUIS MEINTJES INTERMARCHE – WANTY – GOBERT MATERIAUX + 00H 04′ 12”
18  NAIRO QUINTANA TEAM ARKEA – SAMSIC + 00H 04′ 50”
19  BEN HERMANS ISRAEL START-UP NATION + 00H 05′ 34”
20  GUILLAUME MARTIN COFIDIS + 00H 06′ 54”
23  SEPP KUSS JUMBO – VISMA + 00H 13′ 28”
25  DYLAN TEUNS BAHRAIN VICTORIOUS + 00H 18′ 12”
26  FABIO ARU TEAM QHUBEKA ASSOS + 00H 18′ 31”
27  JOSEPH LLOYD DOMBROWSKI UAE TEAM EMIRATES + 00H 19′ 02”
34  VALENTIN MADOUAS GROUPAMA – FDJ + 00H 28′ 01”
38  WARREN BARGUIL TEAM ARKEA – SAMSIC + 00H 30′ 39”
40  BRANDON MCNULTY UAE TEAM EMIRATES + 00H 33′ 35”
44  ILAN VAN WILDER TEAM DSM + 00H 39′ 26”
47  CHRIS FROOME ISRAEL START-UP NATION + 00H 41′ 47”
51  JONAS VINGEGAARD JUMBO – VISMA + 00H 45′ 03”
92  TIM WELLENS LOTTO SOUDAL + 01H 14′ 16”

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

2 commenti

  1. Salve stò seguendo sulla Rai il Giro del Delfinato, ma non danno più alcuna notizia su Sonny Colbrelli, sembra sparito, mi potete informare cosa gli è capitato dopo la 4a tappa in cui è arrivato secondo e com’è in classifica generale ? Grazie Mille, Saluti Renato

    • Ciao Renato, puoi trovare ogni giorno le classifiche complete all’interno del resoconto della tappa del giorno. Colbrelli è attualmente 63° al termine della tappa odierna, saldamente leader della maglia verde dopo i suoi ottimi risultati sinora. Ovviamente, con l’arrivo delle salite non è più terreno per lui, anche se sta confermando l’ottima forma visto che è uno degli ultimi sprinter a staccarsi, dando anche una mano ai compagni finché può.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *