© Arkéa - Samsic / BettiniPhoto

Tour de France 2020, Nacer Bouhanni non ci sarà neanche quest’anno: “Una scelta condivisa dopo lunga riflessione”

Niente Tour de France 2020 per Nacer Bouhanni. Dopo l’esclusione decisa dalla dirigenza della Cofidis dalle ultime due edizioni, con il passaggio alla Arkéa – Samsic la sua presenza sembrava garantita, ma gli stravolgimenti della stagione e un percorso particolarmente difficile per i velocisti hanno portato a questa nuova esclusione. Una scelta che il corridore spiega essere stata condivisa, per lasciare più spazio ad una squadra che sarà dunque a questo punto completamente incentrata sulla coppia di scalatori composta da Warren Barguil e Nairo Quintana, con il colombiano che non nasconde le sue grandi ambizioni di tornare a lottare per la vittoria finale. Per lo sprinter già vincitore a Giro d’Italia e Vuelta a España, l’appuntamento è dunque rimandato al prossimo anno per cercare di conquistare una tappa anche nell’unico GT che manca al suo palmarès.

“È stata una decisione collegiale – spiega lo sprinter classe 1990 – Abbiamo fatto questa scelta assieme, è una scelta condivisa arrivata dopo lunga riflessione. Già durante la presentazione del percorso avevo cominciato a pensarci, comprendendo rapidamente che si trattava di una edizione prima di tutto per scalatori. Ovviamente, sogno ancora di partecipare al Tour, che è uno dei grandi obiettivi in carriera, nel quale voglio vincere almeno una tappa. So che non ho ancora avuto modo di esprimermi al 100% in questa corsa, ma ci sarà modo in futuro. Il Tour resta un mio obiettivo, ma quest’anno non c’è molto spazio per i velocisti e preferisco avere possibilità di vincere su altre corse piuttosto che essere al via del Tour dove le mie chances di brillare sarebbero ridotte. Se ci fossero stati 7-8 arrivi in volata, sarebbe stato diverso, ma così non c’è stato molto di cui parlare”.

L’appuntamento è dunque rimandato al 2021, il cui percorso, già nelle prime frazioni, darà più spazio ai corridori come lui: “Viste le prime tappe della prossima edizione so che ci saranno più possibilità per i velocisti sin dai primi giorni, in particolare con due arrivi in volata nei primi tre giorni”. Per quest’anno invece i grandi appuntamenti si chiamano Milano – Sanremo, che da tempo era nel suo mirino, ed Europei, con la speranza di essere convocato da Thomas Voeckler per la prova che dovrebbe ormai quasi sicuramente svolgersi a Plouay.

Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming
Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.