© Cofidis

Bilancio Squadre 2021: Cofidis

Dodici vittorie stagionali, di cui solo una a livello World Tour non possono soddisfare la Cofidis in questo 2021. Nel suo secondo anno dal ritorno nella massima categoria, la squadra francese continua a faticare ad affermarsi nel ciclismo che conta, anche se il bottino è decisamente superiore a quello precedente. La formazione si è messa in mostra soprattutto nei grandi giri, grazie ad una vittoria di tappa al Giro d’Italia e ai due piazzamenti nei primi dieci in classifica generale nelle altre due corse di tre settimane della stagione. Nelle grandi classiche, invece, il team ha fatto un po’ più di fatica, ottenendo comunque un buon sesto posto alla Parigi – Roubaix come miglior risultato, che resta nel complesso magra consolazione. La squadra è riuscita comunque ad essere grande protagonista nella Coppa di Francia e a mettere in luce alcuni giovani atleti che potrebbero in futuro dire la loro.

Cosa ha funzionato

Il corridore più convincente del team è stato senza dubbio Christophe Laporte.Anche se con le sue quattro vittorie non è il più vincente della squadra (Elia Viviani ha una vittoria in più con la maglia del team, a cui vanno aggiunte le due in maglia azzurra alla Adriatica Ionica Race), il transalpino è sicuramente l’uomo che ha dato maggior visibilità alla squadra. A braccia alzate fin da inizio stagione nella prima tappa dell’Etoile de Bessèges, il classe 1992 ha dimostrato una crescita importante collezionando altri tre successi, ma soprattutto bei piazzamenti in corse importanti: è stato, per esempio, secondo alla Dwars door Vlaanderen, settimo al Gp Francoforte e sesto alla Parigi – Roubaix, oltre a sfiorare il successo nella diciannovesima tappa del Tour de France.

L’altro corridore che ha decisamente dato lustro alla squadra è stato Guillaume Martin. Grande protagonista quando la strada saliva, il francese ha conquistato quest’anno una corsa, la Mercan’Tour Classic Alpes-Maritimes, ma soprattutto è stato autore di ottime prestazioni al Tour de France e alla Vuelta a España. Pur non essendo riuscito a conquistare una tappa, infatti, il classe 1993 è andato più volte in fuga, riuscendo a centrare la top 10 in classifica generale in entrambe le corse (è stato ottavo in Francia e nono in Spagna), stringendo i denti malgrado alcuni problemi fisici. Tra coloro che hanno brillato nei grandi giri, c’è sicuramente anche Victor Lafay, che dopo essersi messo in mostra con il quarto posto alla Volta Valenciana, ha saputo conquistare una frazione al Giro d’Italia, regalando al team la sua unica vittoria WorldTour stagionale.

Tra i corridori che hanno contribuito ai successi del team c’è anche Jesus Herrada. Lo spagnolo, infatti, ha conquistato il Trofeo Serra de Tramuntana nel contesto della Challenge Mallorca. Inoltre è riuscito ad ottenere nell’arco della stagione anche qualche altro buon piazzamento, come il nono posto in classifica generale al Tour de la Provence, il secondo alla Route d’Occitanie e al Campionato nazionale spagnolo, oltre che nella tappa vinta da Romain Bardet al Pico Villuercas nel corso della Vuelta a España.

Tra le buone notizie ci sono anche i risultati di Simone Consonni Piet Allegaet. L’italiano, oltre ad aver conquistato l’oro olimpico e mondiale nell’inseguimento a squadre su pista con la nazionale, si è messo in mostra anche su strada ottenendo alcuni buoni piazzamenti sia con fughe da lontano (come il secondo posto nella tappa di Stradella al Giro d’Italia) che in volata, conquistando un ruolo sempre più importante in squadra per il prossimo anno. Anche il belga non ha mai alzato le braccia al cielo, ma sta iniziando a rivendicare i suoi spazi nelle volate, come dimostrano i tanti piazzamenti nei dieci ottenuti nelle frazioni per velocisti della Vuelta a España. Il classe 1995 è ancora relativamente giovane e fa ben sperare per il futuro della squadra, con le classiche nel mirino.

Di un anno più giovane rispetto al belga è Rémy Rochas, approdato nel team quest’anno dopo due stagioni alla Delko. Anche il 25enne non ha conquistato successi in questa annata, ma ha ottenuto alcuni interessanti piazzamenti: terzo nella frazione inaugurale della Volta a Catalunya, il transalpino ha poi chiuso in top10 sia la Volta Valenciana che il Tour de l’Ain. Il risultato più importante è però arrivato alla Vuelta a España, dove pur senza eccellere particolarmente ha mostrato una buona regolarità che gli ha permesso di chiudere al quindicesimo posto in classifica generale e al quarto in quella dei giovani, malgrado inoltre un grande lavoro per il capitano. La sua prima annata nel WorldTour si è poi conclusa con una buona quinta piazza alla Veneto Classic.

Se come numeri Elia Viviani è il corridore più vincente della formazione per questo anno, sicuramente per la seconda stagione consecutiva i risultati non sono all’altezza dell’atleta su cui tanto aveva puntato la formazione transalpina. Nessuna delle cinque vittorie del veronese, infatti, è arrivata nella massima categoria. Se il primo successo stagionale è stato ottenuto a marzo alla Cholet – Pays de la Loire, è soprattutto nella seconda parte di stagione che arrivano le soddisfazione per l’ex campione italiano. Rinfrancato nel morale dalla conquista del bronzo olimpico nell’Omnium a Tokyo 2020, infatti, il velocista ha aiutato tantissimo la sua formazione nella Coppa di Francia, aggiudicandosi ben quattro vittorie, tutte su suolo transalpino, prima di conquistare su pista anche l’oro mondiale nel madison. Risultati che permettono di salvare la stagione, anche se su strada resta un gradino sotto le sue stesse aspettative.

Cosa non ha funzionato

Ad eccezione di Laporte, sicuramente la squadra ha fallito nel comparto classiche. Non si è praticamente mai visto Nathan Haas: l’australiano non solo non è riuscito a portare al team nessuna vittoria in stagione, ma non è neanche stato protagonista in quasi nessuna gara: l’unico piazzamento di rilievo è il decimo posto alla Paris – Camembert, ma sicuramente avrebbe potuto puntare a qualcosa di più. La sua fase calante prosegue e sembra ormai difficile riuscire a mettervi un freno.

Discorso simile può essere fatto anche per Jelle Wallays, corridore in grado in passato di vincere corse importanti di un giorno come due edizioni della Parigi – Tours e la Dwars door Vlaanderen. Al suo primo anno con la maglia della squadra francese, non è mai riuscito ad essere incisivo, terminando tutte le gare lontano dai primi e chiudendo la stagione a luglio dopo aver preso parte ad un anonimo Tour de France.

Di difficile valutazione anche la stagione di Nicolas Edet. Lo scalatore francese, infatti, è rimasto fermo ai box per oltre metà anno, non riuscendo a tornare a gareggiare dopo la caduta rimediata nella tappa dello Zoncolan al Giro. Prima di questa giornata era entrato in qualche fuga alla corsa rosa, non andando, però, mai oltre i due settimi posti ottenuti nelle frazioni di Sestola e Bagno di Romagna.

Dopo un buon inizio di stagione si è un po’ perso anche Ruben Fernandez. Lo spagnolo, infatti, abile ad infilarsi nell’azione giusta durante la prima tappa dell’UAE Tour, si è difeso in salita, riuscendo a chiudere in nona posizione in classifica generale la corsa. Questo è però l’unico risultato di rilievo della sua stagione, che non regala ulteriori acuti per un corridore che neppure quest’anno è riuscito a fare quel salto di qualità che in molti aspettano oramai da troppo tempo e che non è riuscito neanche a dare l’atteso contributo alla causa dei propri capitani.

Top/Flop

+++ Christophe Laporte
++ Victor Lafay
+ Guillaume Martin
– Ruben Fernandez
— Nathan Haas
— Jelle Wallays

Miglior Momento

Il miglior momento della stagione della formazione transalpina è stato sicuramente il successo di tappa di Victor Lafay nell’ottava frazione del Giro d’Italia. Il francese è, infatti, abile ad inserirsi nella fuga di giornata che si crea dopo molti chilometri dalla partenza di Foggia, ma è nella breve salita verso il traguardo di Guardia Sanframondi che confeziona il capolavoro, togliendosi di ruota tutti i compagni di fuga, andando a riprendere Francesco Gavazzi scattato in precedenza e presentandosi sull’arrivo a braccia alzate.

Migliori Risultati

Vittorie
19/09/2021 ITA VIVIANI Elia 1.1 Fra GP d’Isbergues – Pas de Calais
15/09/2021 FRA LAPORTE Christophe 1.PS Bel GP de Wallonie
12/09/2021 ITA VIVIANI Elia 1.PS Fra GP de Fourmies
26/08/2021 ITA VIVIANI Elia 2.1s Fra Tour Poitou-Charentes en Nouvelle Aquitaine, tappa 3 : Moncoutour – Loudun
24/08/2021 ITA VIVIANI Elia 2.1s Fra Tour Poitou-Charentes en Nouvelle Aquitaine, tappa 1 : Pons – Parthenay
17/08/2021 FRA LAPORTE Christophe 2.1s Fra Tour du Limousin, tappa 1 : Isle – Sainte-Feyre
24/05/2021 FRA MARTIN Guillaume 1.1 Fra Mercan’Tour Classic Alpes-Maritimes
15/05/2021 FRA LAFAY Victor GT2s Ita Giro d’Italia, tappa 8 : Foggia – Guardia Sanframondi
14/05/2021 ESP HERRADA LOPEZ Jesus 1.1 Esp Trofeo Serra de Tramuntana
13/05/2021 FRA LAPORTE Christophe 1.1 Bel Circuit de Wallonie
28/03/2021 ITA VIVIANI Elia 1.1 Fra GP Cholet – Pays De Loire
3/02/2021 FRA LAPORTE Christophe 2.1s Fra Etoile de Bessèges / Tour du Gard, tappa 1 : Bellegarde – Bellegarde
Totale: 12
Secondi Posti
1/10/2021 FRA MORIN Emmanuel 1.1 Fra Route Adélie de Vitré
28/08/2021 ESP HERRADA LOPEZ Jesus GT2s Esp Vuelta a España, tappa 14 : Don Benito – Pico Villuercas
25/08/2021 ITA VIVIANI Elia 2.1s Fra Tour Poitou-Charentes en Nouvelle Aquitaine, tappa 2 : Parthenay – Ruffec
24/08/2021 ITA CONSONNI Simone 2.1s Fra Tour Poitou-Charentes en Nouvelle Aquitaine, tappa 1 : Pons – Parthenay
19/08/2021 GER GESCHKE Simon 2.1s Fra Tour du Limousin, tappa 3 : Bugeat – Lubersac
16/07/2021 FRA LAPORTE Christophe GT1s Fra Tour de France, tappa 19 : Mourenx – Libourne
20/06/2021 LUX DRUCKER Jempy NC4 Lux National Championships Luxembourg
20/06/2021 ESP HERRADA LOPEZ Jesus NC2 Esp National Championships Spain
15/06/2021 FRA PERICHON Pierre-Luc 1.1 Fra Paris – Camembert
13/06/2021 ESP HERRADA LOPEZ Jesus 2.1 Fra Route d’Occitanie
12/06/2021 ESP HERRADA LOPEZ Jesus 2.1s Fra Route d’Occitanie, tappa 3 : Pierrefitte-Nestelas – Le Mourtis
8/06/2021 FRA LAPORTE Christophe 2.WT1s Sui Tour de Suisse, tappa 3 : Lachen – Pfaffnau
27/05/2021 ITA CONSONNI Simone GT2s Ita Giro d’Italia, tappa 18 : Rovereto – Stradella
16/05/2021 BEL ALLEGAERT Piet 1.PS Fra Tro-Bro Léon
16/04/2021 FRA LAFAY Victor 2.PSs Esp Volta a la Comunitat Valenciana, tappa 3 : Torrent – Dos Aguas
31/03/2021 FRA LAPORTE Christophe 1.WT3 Bel Dwars door Vlaanderen
14/03/2021 FRA LAPORTE Christophe 2.WT1s Fra Paris – Nice, tappa 8 : Le Plan-du-Var – Levens
12/03/2021 FRA LAPORTE Christophe 2.WT1s Fra Paris – Nice, tappa 6 : Brignoles – Biot
26/02/2021 ITA VIVIANI Elia 2.WT3s Uae UAE Tour, tappa 6 : Dubai – Dubai
6/02/2021 FRA LAPORTE Christophe 2.1s Fra Etoile de Bessèges / Tour du Gard, tappa 4 : Rousson – Saint-Siffret Pays d’Uzès
Totale: 20
Terzi posti
16/10/2021 ITA VIVIANI Elia 1.PS Fra GP du Morbihan
3/09/2021 FRA ZINGLE Axel 1.1 Fra Classic Grand Besançon Doubs
26/08/2021 ITA CONSONNI Simone 2.1s Fra Tour Poitou-Charentes en Nouvelle Aquitaine, tappa 3 : Moncoutour – Loudun
20/08/2021 FRA PERICHON Pierre-Luc 2.1 Fra Tour du Limousin
15/08/2021 FRA PEREZ Anthony 1.1 Fra Polynormande
8/08/2021 FRA LAFAY Victor 2.PS Nor Arctic Race of Norway
7/08/2021 FRA LAFAY Victor 2.PSs Nor Arctic Race of Norway, tappa 3 : Finnsnes – Malselv
12/05/2021 ITA VIVIANI Elia GT2s Ita Giro d’Italia, tappa 5 : Modena – Cattolica
9/05/2021 ITA VIVIANI Elia GT2s Ita Giro d’Italia, tappa 2 : Stupinigi – Novara
22/03/2021 FRA ROCHAS Rémy 2.WT2s Esp Volta a Catalunya, tappa 1 : Calella – Calella
10/03/2021 FRA MARTIN Guillaume 2.WT1s Fra Paris – Nice, tappa 4 : Chalon-sur-Saône – Chiroubles
Totale: 11


• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *