Analisi Percorso Il Lombardia 2019: una dura tradizione da preservare e onorare

Sarà un percorso come sempre duro e affascinante quello de Il Lombardia 2019. Ultima grande corsa Monumento dell’anno, chiusura del calendario italiano e del WorldTour europeo, la Classica delle Foglie Morte si appresta questo sabato 12 ottobre ad offrire grande spettacolo tra Bergamo e Como. 243 chilometri nel segno della tradizione con Ghisallo, Sormano e Civiglio, con il ritorno del San Fermo della Battaglia come ultima difficoltà prima di tornare ancora una volta al rapido finale sul Lungo Lario Trento. Una giornata pronta ad accogliere numerosi big del panorama internazionale che qui chiuderanno la propria stagione.

Percorso Il Lombardia 2019

Bergamo – Como: 243 km

Anche quest’anno si comincia con un anello intorno a Bergamo, scorrendo in senso antiorario verso la prima asperità di giornata, 40 chilometri senza grandi difficoltà in cui potrebbe nascere la fuga di giornata. Altrimenti, sarà il Colle Gallo  (7,43 km al 6,0%, 10% max) a creare le condizioni per vedere partire un tentativo dalla distanza. La prima parte continua con un tracciato semplice, un lungo falsopiano che porta al Colle Brianza, forse la salita più semplice del giorno, ma le cui pendenze comunque possono farsi sentire vista la lunghezza e durezza della corsa.

Segue un nuovo tratto senza grandi difficoltà fino a Pusiano, dove la strada si complica leggermente fino a Valbrona, da dove si scende rapidamente verso Onno, che accoglierà il secondo rifornimento, ultimo momento di tregua prima di dare inizio al gran finale, poco più di settanta chilometri senza respiro. Si comincia anche quest’anno con la Madonna del Ghisallo (8,58km al 6,2%, max 14%), l’ascesa più lunga del giorno, una salita in due tempi su cui si potranno avere accelerazioni importanti e cominciare a comprendere chi fa sul serio e vuole prendere in mano la corsa.

Una breve e veloce discesa, con lunghi rettilinei dove sviluppare grande potenza, porta ai piedi della salita di Sormano (5,1km al 6,6%, max 7,2%). Qui ci si attende un primo forcing, una lotta per la posizione che può rivelarsi fondamentale in vista del bivio da cui ci si inerpica per scalare il terribile Muro di Sormano, neanche dunque chilometri di salita (1920 metri) alla pendenza media del 15,8%, ma con pendenza massima sino al 27%. Strade strette e sinuose che rappresentano un imbuto, una feritoia dalla quale il gruppo uscirà decimato, centellinato. Non ci si potrà più nascondere, è qui che la corsa diventa frenetica.

Ad una inevitabilmente ripida discesa, che può a sua volta fare la differenza, segue un tratto di pianura dove tuttavia è difficile pensare ci sia tempo per fare calcoli e ragionamenti, ma anzi, per molti bisognerà continuare a spingere senza risparmiarsi. A seguire arriva il Civiglio, che con le sue pendenze sino al 14% lungo i 4,2 km in programma tiene una media al 9,7%. Un altro momento decisivo, in cui si può nuovamente fare la differenza in maniera importante, se non ci si è riusciti prima. 

Attenzione a sottovalutare il San Fermo della Battaglia (2,7km al 7,2%, max 10%), che è tutt’altro che semplice, specialmente dopo tutto quello che i corridori avranno già affrontato in precedenza. La possibilità di piantarsi e vanificare tutto quanto fatto di buono sino a quel momento è tutt’altro che remota, così come è ancora possibile ribaltare la situazione, se i distacchi non si sono ancora definiti in maniera inequivocabile, come spesso accade in una corsa estenuante e usurante.

Dallo scollinamento mancheranno 5,3 chilometri, iniziando con una discesa a strada larga composta ad rettilinei e poche curve con cui cercare di fare la differenza. Altrimenti detto, difficile poter staccare qualcuno, ma anche andarlo a riprendere non sarebbe così semplice. Si torna in pianura praticamente solo per l’ultimo chilometro, completamente pianeggiante, con l’unica curva posta in vista dei 750 metri al traguardo.

Salite Il Lombardia 2019

55,1km | Colle Gallo: 7,4km al 6%, max 10%
114,4km | Colle Brianza
178,9km | Madonna del Ghisallo: 8,6 km al 6,2%, max 14%
192,4km | Colma Sormano: 5,1km al 6,6%, max 7,2%
194,3 km | Muro di Sormano: 1,9km al 15,8%, max 27%
226,2 km | Civiglio: 4,2km al 9,7%, max 14%
237,6 km | San Fermo della Battaglia: 2,7km al 7,2%, max 10%

Altimetria e Planimetria Il Lombardia 2019

Altimetria Salite Il Lombardia 2019

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.