©Maximiliano Blanco / Getty Images

Giro d’Italia 2020, l’investitura di Rik Verbrugghe: “Evenepoel può far bene per tre settimane”

È confermato che Remco Evenepoel ad ottobre farà il suo debutto al Giro d’Italia 2020. Il giovane belga, anche prima della pandemia di Covid-19, aveva già inserito la Corsa Rosa, in programma dal 3 al 25 ottobre, tra i suoi obiettivi stagionali. C’è molta curiosità per vedere il corridore della Deceuninck – QuickStep al debutto in un Grande Giro al suo secondo anno da professionista dopo quanto di buono fatto vedere la scorsa stagione. E molti tra gli addetti ai lavori sono convinti che il giovane talento farà parlare di sè anche sulle strade italiane.

Dopo le parole di Alberto Contador, anche Rik Verbrugghe, il ct del Belgio, si esprime sulle possibilità del giovane connazionale: “Penso che abbia le qualità per brillare per l’intero Giro – ha ammesso a RTBF – Se il Giro inizierà con un cronoprologo, è certamente possibile per Remco conquistare la Maglia Rosa. L’idea era quella di lasciare Remco per due settimane al Giro d’Italia, ma non so quale sarà il programma adesso. I corridori hanno ancora molta energia e vorranno correre il più possibile. Remco ora potrebbe voler correre per tre settimane, sperando di mettersi alla prova. Il Belgio aspetta da molto tempo un tipo di corridore così, ma lui è ancora molto giovane. Capisco la sua scelta di scegliere un Grande Giro invece delle Classiche perchè gli darà molti più giorni di gara e l’opportunità di imparare molto”. 

Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming
Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.